Cronaca

Prosegue il netto calo dei contagi, ma Forlì non ha ancora i numeri da zona bianca. In città vaccinato il 72% degli over 60

Dal 17 al 23 maggio in Romagna si sono registrati 631 nuovi casi di covid-19, 211 in meno rispetto a sette giorni fa, su un totale di 24.933 tamponi eseguiti, per un tasso di positività sceso al 2,5%

"Prosegue a ritmo costante la frenata della circolazione del virus sul nostro territorio". Dal 17 al 23 maggio in Romagna si sono registrati 631 nuovi casi di covid-19, 211 in meno rispetto a sette giorni fa, su un totale di 24.933 tamponi eseguiti, per un tasso di positività sceso al 2,5%. Sono sei i comuni del Forlivese nei quali non vi sono stati contagi: Rocca San Casciano, Tredozio, Premilcuore, Portico, Modigliana e Dovadola; mentre 6 a Bertinoro, 8 a Castrocaro, 7 a Civitella, 73 a Forlì, 3 a Forlimpopoli, 7 a Galeata e Meldola, 5 a Predappio e 3 a Santa Sofia. Si conta un solo decesso nel comprensorio Forlivese, mentre in tutta la Romagna i morti sono stati 12 (otto nel Ravennate, due nel Riminese ed uno nel Cesenate).

Nel Forlivese è scesa poi considerevolmente anche la percentuale del numero dei positivi in proporzione ai tamponi processati, dal 3 al 2,4%; nel Riminese la percentuale è scesa al 2,9%, nel Cesenate al 2,4%, mentre nel Ravennate è stabile al 2,1%. Azzerati i casi nelle case di riposo e delle strutture assistenziali (erano 2 il 17 maggio), mentre nelle scuole forlivesi i focolai sono 2 (erano 3). Il 57% delle positività si registra nella fascia d'età 25-64, l'8% in quella 65-79, il 6% in quella 6-10, il 9% in quella 14-18, l'11% in quella 19-24 e il 4% in quella 11-13, mentre sono praticamente azzerati i casi tra gli over 80 e nella fascia 0-5.

Scende in modo consensuale il tasso d’incidenza dei nuovi casi per 100mila abitanti negli ultimi 7 giorni e tutti i distretti dell'Ausl Romagna si trovano al di sotto della soglia critica dei 250: Forlì 60, Rubicone 70, Ravenna 42, Cesena Valle del Savio 57, Riccione 54, Rimini 56, Lugo 36 e Faenza 46. Per entrare in zona bianca serve avere un tasso di incidenza sotto i 50 casi su 100mila abitanti per tre settimane consecutive.

Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, al 24 maggio si registra la quota di 84 ricoveri, con una diminuzione di 73 ricoverati rispetto alla settimana precedente, portando l'azienda all'interno del livello verde del Piano ospedaliero Covid; anche i riempimenti nelle terapie intensive sono in calo, sia in termini assoluti che percentuali. "Anche questa settimana prosegue a ritmo costante la frenata della circolazione del virus sul nostro territorio - commenta Mattia Altini, direttore sanitario dell'Ausl Romagna -. Un dato significativo che si accompagna al calo costante dell’occupazione dei posti letto Covid negli ospedali e nelle Terapie Intensive". A Forlì il tasso di ospedalizzazione è al 3%.

Vaccinazioni

"In maniera altrettanto veloce prosegue anche la campagna vaccinale, che fin dalle prossime settimane coinvolgerà oltre a nuove fasce di popolazione anche le categorie dei lavoratori", annuncia Altini. Nel Comprensorio Forlivese il 95,1% degli over 80 (15.869), l'84,5% degli over 70 (16.848) e il 71% degli over 60 (16.242) ha ricevuto la prima dose di vaccino. A Forlì la copertura vaccinale ha raggiunto il 72% tra gli over 60, l'83% tra gli over 70 e il 96% tra gli over 80.

"Anche da questi numeri, si evince come la copertura vaccinale sui target più fragili e a rischio, abbia raggiunto risultati importanti e molto alti , in linea con le nostre aspettative - prosegue Altini -. Dobbiamo proseguire su questa strada, non smettendo mai di spiegare che il vaccino, qualunque venga proposto, è sicuro e garantisce tutti dal rischio di contrarre la malattia e sviluppare effetti gravi. I dati lo stanno a testimoniare, così come l’importante calo dei decessi che registriamo nelle ultime settimane. Vaccinarsi è un dovere. Salvaguarda l’individuo e la collettività e impedisce, attraverso una bassa circolazione del virus ,il diffondersi di possibili varianti”. L’Ausl ha anche precisato le cifre di somministrazione dei vari tipi di vaccini in ambito romagnolo: di Pfizer sono state somministrate 423.553 dosi (98,6%), di Moderna 56.075 (89,2%), di AstraZeneca 136.534 (99,2%) e di Johnson & Johnson 3.645 (29%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosegue il netto calo dei contagi, ma Forlì non ha ancora i numeri da zona bianca. In città vaccinato il 72% degli over 60

ForlìToday è in caricamento