rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza Guido da Montefeltro

Sanguinosa spedizione punitiva: il secondo aggressore si costituisce dopo 2 anni

All'origine della spedizione punitiva uno sgarro tra persone legato al piccolo spaccio di sostanze stupefacenti. Pochi giorni dopo l'episodio era stato arrestato un altro marocchino

Si è consegnato nella nottata tra martedì e mercoledì in Questura a Forlì il latitante resosi responsabile nell'ottobre del 2013 di un feroce regolamento di conti in piazza Guido da Montefeltro, ai danni di un trentenne marocchino. Si sono aperte le porte del carcere per K.Z., un connazionale di 27 anni domiciliato a Forlimpopoli. Le indagini sono state condotte dagli agenti della Squadra Mobile, diretti dal dirigente Claudio Cagnini.

All'origine della spedizione punitiva uno sgarro tra persone legato al piccolo spaccio di sostanze stupefacenti. Pochi giorni dopo l'episodio era stato arrestato un altro marocchino, all'epoca dei fatti 19enne, grazie alle indicazioni fornite dall'aggredito, il quale, fin da subito, nonostante le gravi lesioni subìte, aveva fornito alcuni pseudomini e nomi di chi l'aveva avvicinato con violenza quella sera. Dopo le cure alle quali è stato sottoposto all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano (prognosi iniziale di almeno 25 giorni), la vittima aveva riconosciuto attraverso fotosegnalamento colui che l'aveva colpito con un bottiglia rotta all'altezza del collo.

Aggressione alla Barcaccia (foto Frasca)

Utili anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza, che avevano ripreso il movimento dei sospettati prima e dopo l'agguato. Il 27enne dopo il sanguinoso episodio si era dato alla fuga all'estero, ragion per il quale sul suo capo pendeva un'ordine di cattura internazionale firmato dal giudice per le indagini preliminari Alessandro Trinci (sostituto procuratore Filippo Santangelo). Nella notte di martedì la svolta, con l'extracomunitario che si è presentanto al comando di Corso Garibaldi per costituirsi. Ora si trova in carcere a disposizione della magistratura. E' accusato di tentato omicidio e rapina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanguinosa spedizione punitiva: il secondo aggressore si costituisce dopo 2 anni

ForlìToday è in caricamento