menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Pestato in Piazza mentre beve un caffè con la fidanzata: è caccia agli aggressori

La vittima è un campano di 32 anni, da tempo residente a Forlì, ricoverato all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" con contusioni multiple, il naso rotto, alcune vertebre incrinate ed un ematoma alla testa

Pestato per futili motivi in pieno centro, a Forlì. E' successo nella prima serata di lunedì in Piazza Saffi, intorno alle 17.30. La vittima è un campano di 32 anni, da tempo residente a Forlì, ricoverato all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" con contusioni multiple, il naso rotto, alcune vertebre incrinate ed un ematoma alla testa. Quando i Carabinieri della Sezione Operativa e del Nucleo Operativo e Radiomobile sono giunti tempestivamente sul posto, gli aggressori erano già uccel di bosco. Gli uomini dell'Arma hanno soccorso il malcapitato e raccolto le prime testimonianze.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, a colpire il giovane sarebbe stato un gruppo di marocchini, quattro o sei persone. Il 32enne si trovava in compagnia della fidanzata e del padre di quest'ultima a prendere un caffè in un bar-pasticceria di Piazza Saffi, sotto il Municipio. Era seduto al tavolino, quando è stato avvicinato dal gruppo di extracomunitari, a quanto pare ubriachi. La causa? Pare per aver indirizzato "accidentalmente" lo sguardo verso il gruppo. Futili motivi, appunto. Prima le minacce, poi dalle parole sono passati ai fatti. Hanno cominciato a spintonare il ragazzo, il quale ha cercato di difendersi. Subito è intervenuto il titolare del locale, che ha invitato i molesti ad allontanarsi.

Sembrava tutto finito. E invece da lì a poco - secondo quanto ricostruito - almeno un componente del "branco" è tornato sul posto, colpendo con violenza il 32enne. Dopodichè i violenti hanno fatto perdere le loro tracce. Immediato l'allarme e l'arrivo del personale dell'Arma e della Polizia Locale. Il ferito è stato trasportato all'ospedale, dove si trova ricoverato. Nel frattempo i Carabinieri hanno raccolto le prime testimonianze. Si attende la formalizzazione della denuncia per il via delle indagini. Un aiuto potrebbe arrivare dalle telecamere di videosorveglianza presenti in centro storico.


(Foto di repertorio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Forlì Airport spicca il volo": il Rotary Club incontra lo staff del Ridolfi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento