rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Aumentano le aggressioni sugli autobus: si prepara l'azione congiunta delle forze dell'ordine

Solo nell'ultima settimana a Forlì se ne sono verificate 3, fortunatamente senza gravi conseguenze. L'ultimo in ordine di tempo, risale e giovedì sera

Le aggressioni sugli autobus  aumentano e diventano un problema: nei primi 9 mesi del 2014 in tutto il bacino di Start Romagna sono state circa 25, che hanno visto feriti controllori o autisti, per un totale di 220 giornate di assenza delle vittime. Solo nell'ultima settimana a Forlì se ne sono verificate 3, fortunatamente senza gravi conseguenze. L'ultimo in ordine di tempo, risale e giovedì sera, quando un utente, salito sul bus, ha ingiuriato l'autista per essere stato stretto tra le porte in chiusura. A quel punto l'autista è sceso dal mezzo in sosta per evitare problemi e ha chiamato le forze dell'ordine.

A Cesena nel 2014 sono state 6 le aggressioni sugli autobus, a Ravenna 7 e a Rimini 11. “Da quando abbiamo intensificato i controlli, sono ovviamente aumentate anche le aggressioni  - sottolineano il presidente e il direttore di Start, Paolo Prati e Luciano Marchiori – ma noi vogliamo intervenire affinchè i nostri dipendenti si sentano sicuri sul lavoro. Per questo già tutti i bus sulle linee di Forlì-Cesena e una buona parte su quelle di Ravenna e Rimini, sono dotati di sistema di videosorveglianza interno, che ha già permesso alle forze dell'ordine di scoprire i responsabili di alcuni reati”.

AUTOBUS, AGGRESSIONI E VIOLENZA

RIMINI - Senza biglietto, prende a pugni il controllore: fermato
CESENA - Palpeggiava le studentesse di 13 anni, preso il molestatore
FORLI'-CESENA, nuove aggressioni sugli autobus

Per questo la questura di questura di Forlì-Cesena, rappresentata in conferenza stampa dalla dirigente del Commissariato di Cesena, Maria Rosaria Traino, ha proposto a Start un'azione congiunta delle forze dell'ordine: “Se ci forniranno i piani di lavoro dei controllori, potremo fare in modo di avere sempre una pattuglia in zona, pronta ad intervenire in caso di bisogno”. L'incontro per mettere a punto l'accordo è previsto per la prossima settimana.

Intanto continua la campagna di Start per combattere l'evasione: è in arrivo l'obbligo di validazione per chi sale sui bus. La macchina obliteratrice, quando il biglietto o l'abbonamento verrà avvicinato, emetterà un segnale sonoro che permetterà di capire anche agli utenti già presenti sul bus, che chi è salito ha pagato e obliterato il titolo di viaggio. Il progetto dovrebbe partire da Ravenna, al massimo a Febbraio, per poi arrivare anche nelle altre provincie. Nei tre bacini di Start, nei primi 9 mesi del 2014, sono state elevate 48mila sanzioni ai trasgressori sugli autobus: il 50% in più rispetto allo stesso periodo del 2013.    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano le aggressioni sugli autobus: si prepara l'azione congiunta delle forze dell'ordine

ForlìToday è in caricamento