rotate-mobile
Cronaca

Agroalimentare, la Regione investe sulla formazione degli imprenditori

Tutte le attività di formazione e consulenza saranno disponibili sul Catalogo verde dell’Emilia-Romagna, una banca dati che raccoglie i progetti approvati dalla Regione

Agricoltura di precisione, qualità delle produzioni, tecnologie per l’innovazione di prodotto, e ancora energie rinnovabili, riduzione degli impatti ambientali delle colture, analisi di mercato. Sono solo alcuni dei temi di formazione, aggiornamento e innovazione sui quali la Regione investe per favorire un’agricoltura sempre più sostenibile e competitiva.

Tutte le attività di formazione e consulenza saranno disponibili sul Catalogo verde dell’Emilia-Romagna, una banca dati che raccoglie i progetti approvati dalla Regione, come previsto dallo Sviluppo rurale 23-27. Per il 2023 e 2024, sono stati stanziati un milione e 350 mila euro per sostenere l’erogazione di servizi di consulenza agli imprenditori agricoli dell’Emilia-Romagna da parte di consulenti qualificati.

In seguito alla presentazione di proposte di consulenza, verranno selezionate quelle idonee all’inserimento nel Catalogo verde. Le imprese agricole e forestali potranno usufruire delle proposte di servizio su aspetti tecnici, gestionali, economici, ambientali e sociali. In tal modo verranno diffuse anche le innovazioni sviluppate tramite progetti di ricerca e sviluppo.

Il contributo andrà agli organismi di consulenza: enti, studi, organizzazioni e associazioni adeguatamente qualificati e formati. L’aliquota di sostegno è del 90% della spesa ammissibile. Il contributo minimo che si può richiedere per ogni domanda di consulenza è di 400 euro, il massimo 4mila, per un massimale complessivo di 10mila euro per impresa per l’intero periodo di programmazione 2023-2027.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agroalimentare, la Regione investe sulla formazione degli imprenditori

ForlìToday è in caricamento