rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Alluvione, gli aiuti

Alluvione, una risposta commovente da tutt'Italia: i volontari Aics ripuliscono l’archivio comunale

In 13, nella sola giornata di sabato, ma a decine sono in arrivo da tutta Italia per dare una mano ai romagnoli alluvionati

I volontari Aics, da tutta Italia, a Forlì per aiutare sfollati e alluvionati: prima tappa sabato all’archivio comunale della città, alla Cava, per iniziare a ripulirlo dal fango che ha travolto e divorato la storia della comunità cittadina. Tredici, da stamane, i volontari impegnati e raccolti sul territorio dall’Associazione italiana cultura sport che ha trasferito nel suo comitato AiCS di Forlì-Cesena l’hub di accoglienza volontari e raccolta beni di prima necessità, ma molti di più quelli in arrivo da Lecce, La Spezia, Roma, Firenze, e altre città d’Italia che da lunedì saranno sul nostro territorio per dare una mano non solo per la pulizia dei beni pubblici culturali e sportivi, ma per aiutare i cittadini a liberare cantine e case allagate. In prima fila, tra i volontari al lavoro già oggi le mamme del Mamanet Forlì, atlete dello sport promosso da AiCS proprio per promuovere la rete sociale tra donne  - oggi più utile che mai.

“Aics nazionale - commenta il suo presidente Bruno Molea, forlivese anche lui - ha diramato un appello a tutti i suoi territori nel primo giorno d’emergenza e la risposta è stata commovente e immediata. Nella sede di Aics Forlì-Cesena, scampata all’alluvione, stiamo raccogliendo beni di prima necessità che i nostri comitati territoriali di fuori provincia ci stanno inviando copiosi e, in accordo con il Comune di Forlì, li stiamo stoccando e distribuendo laddove ce n’è bisogno. Ringrazio prima di tutto operatori, volontari e dirigenti di Aics Forlì-Cesena che, pur spaventati dall’apocalisse attorno a noi, si sono messi a disposizione per accogliere l’ondata di affetto che sta arrivando da tutta Italia, e ringrazio chi sta attraversando l’Italia per darci una mano. Da Aics Reggio Emilia ci è perfino arrivato un trattore armato di pala per aiutare a sgomberare le strade dal fango. Ancora una volta, l’associazionismo, la forte rete capillare messa in campo da Aics e il Terzo settore dimostrano tutta la loro forza e il loro buon cuore”.

Gli associati ad Aics – centri sportivi e associazioni culturali – che vogliano segnalare una situazione di difficoltà, possono farlo chiamando il  393 931 2311. Lo stesso numero può essere contattato da chi volesse unirsi alle squadre dei volontari Aics.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, una risposta commovente da tutt'Italia: i volontari Aics ripuliscono l’archivio comunale

ForlìToday è in caricamento