menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli studenti della Scuola Primaria De Amicis, classe 5 B, impegnati nel laboratorio didattico “Banchetto a Forum Livii”;

Gli studenti della Scuola Primaria De Amicis, classe 5 B, impegnati nel laboratorio didattico “Banchetto a Forum Livii”;

Al via i laboratori didattici della mostra ‘Vivere a Forum Livii’

Questo progetto espositivo vede uniti sia enti culturali che realtà economiche del nostro territorio, con lo scopo di disvelare e mettere in valore il patrimonio culturale come fattore di rafforzamento identitario, nell’ambito della candidatura di Ravenna a Capitale Europea della Cultura

Lo scorso fine settimana, al Palazzo del Monte di Pietà di Forlì, alla presenza di un folto pubblico, è stata inaugurata la mostra Vivere a Forum Livii, che illustra la vita quotidiana nell’insediamento urbano di Forlì in epoca romana e verte sui materiali archeologici scoperti nel 2004, in occasione di uno scavo condotto in via Curte, l’unico in città che ha restituito una sequenza abitativa che dall’età repubblicana si estende all’età tardo antica.

L’esposizione è promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, dalla Fondazione RavennAntica e dalla Casa Editrice Ante Quem, con il sostegno di Assicoop Romagna Futura - Unipol Assicurazioni, Coop Adriatica, il Gruppo Hera e con il patrocinio del Comune di Forlì.

Questo progetto espositivo vede uniti sia enti culturali che realtà economiche del nostro territorio, con lo scopo di disvelare e mettere in valore il patrimonio culturale come fattore di rafforzamento identitario, nell’ambito della candidatura di Ravenna a Capitale Europea della Cultura, fortemente sostenuta anche dalla città di Forlì attraverso la costituzione di un Comitato Artistico-Organizzativo e di appositi working groups su alcuni temi strategici alla candidatura per contribuire allo sviluppo di una progettualità culturale a livello romagnolo.

Tra i 150 oggetti esposti è presente il mosaico del triclinio, mai esposto al pubblico, della dimensione di 20 mq e costituito da tessere in bianco e nero a motivo geometrico, il cui restauro è stato effettuato dal Laboratorio di Restauro di RavennAntica, finanziato dalla  Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e per l’occasione allestito con copie dei letti tricliniari. In questa cornice la Fondazione RavennAntica ha proposto alle Scuole del territorio forlivese un interessante percorso di visita e un laboratorio didattico alla scoperta degli antichi romani, dal titolo Banchetto a Forum Livii, che sta riscuotendo un grande interesse e, ad oggi, conta numerose prenotazioni.

Tale attività didattica è offerta, alle prime classi prenotate, gratuitamente dagli sponsor dell’evento: alle prime 10 classi da Coop Adriatica e Assicop Romagna Futura – Unipol Assicurazioni,  alle successive 20 classi dal Gruppo Hera. In occasione della mostra forlivese, i visitatori e i genitori dei bambini che parteciperanno ai laboratori didattici riceveranno un coupon che consentirà loro l’ingresso ridotto al Museo Tamo e alla Domus dei Tappeti di Pietra, con possibilità di prenotare la visita guidata, utilizzabile fino al 6 gennaio. Il catalogo della mostra Vivere a Forum Livii. Lo scavo di Via Curte è pubblicato dalla Casa Editrice “Ante Quem”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento