Al via la rivoluzione per Schiavonia: doppia rotonda e monumento più valorizzato

Entra nel vivo l'intervento del Comune che rivoluzionerà la circolazione a Porta Schiavonia, eliminando  la tradizionale viabilità che porta tuttora parte del traffico

Entra nel vivo l'intervento del Comune che rivoluzionerà la circolazione a Porta Schiavonia, eliminando  la tradizionale viabilità che porta tuttora parte del traffico verso via del Portonaccio e da qui nell' “imbuto” finale di viale Italia, trasformando di fatto tutto il piccolo borgo a ridosso del monumento in una grande rotatoria. La prossima settimana il progetto, già definitivo, andrà in giunta ed entro la fine dell'anno sarà assegnato l'appalto. Passati i due mesi più freddi, già a febbraio e marzo del prossimo anno si vedrà in azione un cantiere che durerà per diversi mesi, fino all'estate.

L'intervento comporta la realizzazione di due rotonde collegate, che – nelle intenzioni del progetto – daranno anche più “aria” a Porta Schiavonia, la cui area circostante sarà riqualificata con un'adeguata illuminazione che valorizza il monumento, maggiori e più curati spazi verdi, una pavimentazione in pietra e la riduzione del numero di posti auto del parcheggio che ora circonda la storico edificio del Settecento. Insomma, il monumento non sarà più “inaccessibile” come lo è attualmente, stretto nel groviglio di strade che lo circonda, ma dovrebbe diventare un più gradevole biglietto da visita al centro storico per chi entra dalla via Emilia.

> ANCHE IN VIA DELLA ROCCA ARRIVA UNA NUOVA ROTONDA: L'ARTICOLO

L'intervento è particolarmente significativo anche per la viabilità, in quello che è uno dei punti più trafficati della zona ovest della città, raccordo tra centro storico, viali della circonvallazione, ponte di Schiavonia e tutti i quartieri su viale Bologna, dai Romiti alla Cava. “In particolare, allargandoci nell'attuale parcheggio antistante il supermercato Coop, saranno realizzate due rotonde tra viale Salinatore e il ponte sul Montone – illustra l'assessore ai Lavori Pubblici Francesca Gardini -, che permetteranno, in sostanza, a chi viene da viale Salinatore, di non dover svoltare in via del Portonaccio per poi rientrare in viale Italia, con una strettoia che è sempre particolarmente trafficata, per dover raggiungere viale Bologna”. Tutto il traffico rimarrà quindi “gestito” nell'area del piazzale della porta e tolto dalle vie adiacenti, convivendo, si spera in modo più armonioso, con la storica porta d'ingresso della città, l'unica ancora in piedi. “L'importo dei lavori è di circa 350mila euro – spiega Gardini -, a cui si potranno aggiungere altri 50mila euro per ulteriori opere di abbellimento del monumento, già stanziati con un'altra fonte di finanziamento”.

rendering porta schiavonia 2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Coronavirus, frenano i contagi nel Forlivese. Ma si segnala un morto in più in città

Torna su
ForlìToday è in caricamento