rotate-mobile
Cronaca

Alberi di corso Diaz, il gruppo rifiuta l'incontro in Comune: "Volevano metterci sulla graticola"

Due componenti del gruppo "Giù le mani dagli alberi di Forlì", residenti in Corso Diaz, che hanno consegnato 40 giorni fa le 2329 firme raccolte in difesa degli alberi al Comune, sono stati invitati in Comune

Due componenti del gruppo "Giù le mani dagli alberi di Forlì", residenti in Corso Diaz, che hanno consegnato 40 giorni fa le 2329 firme raccolte in difesa degli alberi  al Comune, sono stati invitati in Comune  per un incontro con l'assessore al Verde, Veronica Zanetti, il sindaco e due cittadini del corso favorevoli ai tagli, ma hanno rifiutato: "Non si capisce quale sia il vero obiettivo degli amministratori, a meno che non vogliano continuare nel tentativo di delegittimare la straordinaria partecipazione popolare che ha visto i cittadini forlivesi mobilitarsi contro un progetto  di riqualificazione assolutamente negativo, riducendo tutto ad uno conflitto fra favorevoli e contrari", spiegano.

"Ci chiediamo infatti quale rappresentatività abbiano i due cittadini favorevoli ai tagli che, a quel che risulta, l'assessore al verde è andata mercoledì a cercarsi nella strada, girando fra le case e come possa essere ridotta a ciò la questione di portata generale che la petizione solleva , con due arbitri, l'assessore e il sindaco, che in ogni dove hanno confermato di volere andare comunque avanti. Se desiderano incontrare i componenti il gruppo spontaneo possono chiederlo in ogni momento: certo che il modo in cui è stata condotta l'assemblea, le reiterate dichiarazioni riguardanti la volontà di procedere comunque, le spiacevoli affermazioni riguardanti le firme che sarebbero state carpite a persone ignare, la decisione di riservare la petizione alla sola giunta mentre i firmatari ne hanno richiesto la discussione in consiglio, non depongono a favore della volontà di un reale confronto fra amministrazione e cittadini", continuano i rappresentanti.

"Questo invito ci sembra un espediente per mettere sulla graticola chi da anni si batte contro i tagli indiscriminati che segnano un modus operandi nel verde urbano errato, fondato su concezioni obsolete e teorie sbagliate, immiserendo tutto per ricondurlo solo ad una questione di presunti danni, disperatamente ricercati a posteriori, visto che l'originario progetto appaltato nel 2013 vi faceva solo genericamente cenno senza riuscire né ad indicarli né a quantificarli. Se il sindaco e l'assessore vogliono incontrarci ce lo chiedano senza proporci confronti che immiseriscano la questione che stiamo da mesi sollevando. Stabiliremo noi chi farà parte della nostra delegazione, che non potrà essere composta solo da abitanti di corso Diaz, perché la questione di quegli alberi e di quella strada appartengono a tutta la città come dimostrano le ormai 3mila firme e il crescente interesse e sostegno dei forlivesi alla nostra azione", concludono dal gruppo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi di corso Diaz, il gruppo rifiuta l'incontro in Comune: "Volevano metterci sulla graticola"

ForlìToday è in caricamento