menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alberi e insegne messi a dura prova dalle raffiche di vento: decine d'interventi dei Vigili del Fuoco

Venerdì sera il vento ha fatto sentire la sua voce, soprattutto nell'entroterra, dove le raffiche hanno superato i 70 chilometri orari

Rami spezzati, insegne pericolanti. Sono una decina gli interventi effettuati dai Vigili del Fuoco del comando provinciale di Forlì-Cesena a seguito delle forti raffiche di vento, più intense sulla fascia collinare. La causa dell'ondata di maltempo è da attribuire ad un vortice di bassa pressione in arrivo dalla Francia, che ha pilotato la perturbazione che ha portato prima il vento e quindi la pioggia. Venerdì sera il vento ha fatto sentire la sua voce, soprattutto nell'entroterra, dove le raffiche hanno superato i 70 chilometri orari. A Forlì la massima ha invece raggiunto i 59,76 chilometri orari.

In tutto il territorio provinciale, dal Comune di Cesena a Tredozio, sono state impegnate otto squadre per un totale di 27 unità per diverse cadute rami e alberi che bloccavano le sedi stradali ed insegne pericolanti. Nella nottata tra venerdì e sabato sono stati 16 gli interventi effettuati. La ventilazione dai quadranti meridionali, che si è attenuata nelle ore, ha fatto impennare le temperature nella tarda serata di venerdì su valori tipici del mese di settembre, con una massima di 16,9°C. E pensare che appena una settimana si era vista la neve.

La mattinata di sabato è partita sotto una pioggia battente, in esaurimento nel corso delle ore. Dalla sera un nuovo impulso perturbato attraverserà tutta la regione con piogge moderate sui crinali appenninici. Previsti anche venti forti su tutto l'Appennino e aree collinari centro orientali con raffiche fino a 70 km/h. Tutti i cittadini iscritti al servizio della Protezione civile sono stati informati con un sms.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento