Alberi tagliati in viale Gramsci, l'assessore: "Lavori urgenti sono leciti. Saranno ripiantati carpini"

L'abbattimento di 36 alberi in viale Gramsci, perché ritenuti ad alto rischio di crollo, è stato al centro di due question time nel consiglio comunale di lunedì mattina

L'abbattimento di 36 alberi in viale Gramsci, perché ritenuti ad alto rischio di crollo, è stato al centro di due question time nel consiglio comunale di lunedì mattina. A chiedere conto dell'intervento è stata la consigliera Elisa Massa (Pd) e il Movimento 5 Stelle. Per Massa “nel corso degli ultimi giorni in città abbiamo assistito ad un corposo abbattimento di alberi e a potature severe di riduzione e contenimento e altrettanto numerose sono state le proteste dei cittadini che, seppur isolati nelle proprie abitazioni a causa del Covid -19, hanno segnalato con foto e raccolte firme ciò che stava accadendo”. Massa contesta quindi i lavori sia nel merito, sia perché “in base al DPCM del 22.03.2020 sullemisure urgenti di contenimento del contagio sono da sospendere tutte le attività di lavori pubblici che non siano esclusivamente indispensabili e improcrastinabili ed inoltre non risultano autorizzate all’attività le aziende intervenute in tali opere”.

Dura la replica dell'assessore al Verde Giuseppe Petetta: “Rilevo con disappunto che la consigliera Massa ha riversato nel question time una serie di infondatezze e fake news che hanno caratterizzato i social su quest'argomento”. Per l'assessore “non ci sono state potature severe in corso, ma solo potature di rami secchi per la messa in sicurezza, mentre sarebbe stato scorretto bloccare un servizio di messa in sicurezza, necessario per recuperare un significativo arretrato di interventi di questo tipo lamentato dalla cittadinanza”. Inoltre per Petetta quelle delle potature urgenti “non rientrano tra le  attività sospese in quanto sono interventi nella filiera dei servizi di pubblica utilità”.Inoltre le ditte che sono intervenute “hanno dato comunicazione al Prefettura, non ottenere riscontro in quanto presumibilmente già rientranti in quelle da tenere aperte senza necessità di comunicazione”. Per l'assessore le alberature stradali ritenute pericolose dai tecnici “devono essere abbattute senza indugio, appena appreso della situazione di pericolo” e “senza necessità di ordinanze del sindaco”, che invece, per Petetta, “sono un adempimento amministrativo non dovuto quando tutti invocano di fermare l'azione amministrativa non necessaria”.

Petetta infine ha spiegato che sono state “ripiantate 2400 alberature nei primi mesi dell'anno in corso”, il tutto in un progetto da “900mila euro in 3 annualità destinati ad un piano per gli alberi dopo oltre 15 anni di mancato potenziamento patrimonio arboreo, con un ampliamento che non ha uguali nella storia del comune, dato che si passerà da 30mila a 50mila alberi”. Ed infine “entro l'inverno in viale Gramsci saranno ripiantati carpini piramidali, continuando come fatto da vent'anni su questa strada con l'abbattimento dei primi aceri”.

La consigliera Massa si è detta non soddisfatta e ha annunciato accesso agli atti per controllare i contenuti della risposta. Daniele Vergini (M5S) in risposta: “Noi l'accesso agli atti lo abbiamo già fatto e la risposta dell'assessore è rispondente al contenuto degli atti, ma chiediamo che tali interventi vengano pubblicizzati sul sito del Comune anche con fotografie” per dare la dimensione degli abbattimenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul tema interviene con un comunicato stampa anche Alessandro Rivalta, consigliere comunale della Lega: “Da qualche giorno circolano su chat e social network bufale secondo le quali il comune starebbe tagliando “di nascosto” alcuni alberi per spianare la strada alla tecnologia 5G. Tali notizie sono prive di qualsiasi fondamento. I tagli effettuati non sono legati in alcun modo alla rete di connessione mobile di ultima generazione e sopratutto non c’è alcuna volontà di tenere all’oscuro la cittadinanza”, specifica il consigliere del Carroccio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento