Sfalci e potature, fumata bianca: Alea trova l'accordo per lo smaltimento

Con questo documento, valido per l’anno in corso, il servizio sarà garantito gratuitamente per le utenze in regola e appartenenti al territorio gestito da Alea Ambiente

Trovato l’accordo per il servizio di trattamento delle potature: sfalci e ramaglie, laddove non contaminati da materiali estranei, saranno considerati sottoprodotti, quindi non disciplinati dalla norma sui rifiuti, e gestiti come materiale da utilizzare in agricoltura o per produrre energia, senza rischi per l’uomo o l’ambiente. L’accordo pubblico è stato ufficialmente sottoscritto giovedì dagli enti territoriali competenti, oltre Alea Ambiente anche Coldiretti, Confagricoltura Forlì-Cesena, Cia Romagna, Copagri, Ugc-Fc, Confartigianato, Cna, Confcooperative Forlì-Cesena e Legacoop Romagna e potrà generare vantaggi agli agricoltori, ai manutentori del verde e ai cittadini.

Il servizio era stato momentaneamente sospeso per individuare, con tutti i soggetti coinvolti, una soluzione condivisa e idonea allo status giuridico di Alea Ambiente, società pubblica; con questo documento, valido per l’anno in corso, il servizio sarà garantito gratuitamente per le utenze in regola e appartenenti al territorio gestito da Alea Ambiente. L'accordo è stato raggiunto anche alla presenza di Atersir che nella fase di stesura ha seguito gli aspetti di sua competenza con particolare riferimento alle dinamiche tariffarie complessive del bacino e quelle relative alle categorie di utenze interessate dal servizio.

L'amministratore Unico di Alea Ambiente, Paolo Contò, parlando dell’accordo dichiara che "la soluzione è stata individuata grazie alla grande disponibilità da parte di tutti i soggetti interessati. Con questa soluzione quanto raccolto, attraverso le attività di manutenzione del verde privato e pubblico, sarà valorizzato come materiale nobile non dannoso per l’uomo e per l’ambiente, e potrà diventare fonte di energia e materiale di valore per l'agricoltura. Una risorsa preziosa in sintonia con il raggiungimento degli obiettivi dell’economia circolare".

Di fatto i manutentori del verde potranno conferire gratuitamente negli impianti di valorizzazione delle biomasse in convenzione con Alea Ambiente e individuati in collaborazione con le associazioni di categoria del territorio. A garanzia di trasparenza e tracciabilità del materiale trattato, gli operatori dovranno accreditarsi presso Alea Ambiente o le Associazioni di Categoria e dovranno essere in regola con le norme di settore. Contò specifica che "c''è stata la firma dell'accordo a cui farà seguito la diffusione di una campagna informativa da parte di Alea Ambiente in accordo con le associazioni di categoria sulle modalità per accedere al servizio incluse le informazioni necessarie allo svolgimento corretto dello stesso: perché è importante che tutti i materiali siano tracciati e quantificati".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento