Alea, presto si parte: a che punto è la consegna dei bidoni? Situazione a macchia di leopardo

A che punto è la consegna dei bidoni agli utenti forlivesi? Da Alea indicano i tassi di copertura

Nella seconda settimana di gennaio partirà, ma solo in alcune zone della città, il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti “porta a porta” targato Alea, si tratta del primo step per la città di Forlì, dopo che sono partiti tutti i Comuni di montagna e collina forlivese. A due/tre settimane dall'avvio del servizio a che punto è la consegna dei bidoni agli utenti forlivesi? Da Alea fanno sapere che tutti gli utenti delle zone A e B della città, le prime che dovrebbero partire, hanno ricevuto almeno una volta la visita dell'operatore della consegna, che si traduce o nella consegna del bidone o nell'avviso lasciato nella buca delle lettere in cui si invita a concordare una seconda consegna oppure a presentarsi ad Alea per il ritiro dei contenitori.

Le zone A e B sono le zone ovest e sud della città, quindi tutto il forese di Villafranca, Roncadello, Cava, Villagrappa (A), e poi San Martino in Strada, le frazioni di viale dell'Appennino, Vecchiazzano, Ca' Ossi e Carpena (B), almeno una volta hanno ricevuto il passaggio. Diverso invece è l'andamento della altre zone, con la C al 48% dei passaggi e la D al 51%. La zona C e D sono comprensivi della periferia forlivese est e nord (quartieri Spazzoli, Musicisti, Bussecchio, Ronco, Coriano, Ospedaletto e le frazioni su via Cervese). L'ultimo ad essere stato battuto è il centro storico, dove le consegne sono appena iniziate e il tasso di copertura è al 5%.

Quanti utenti hanno attualmente i bidoni della raccolta Alea? Il dato non è viene diffuso. “In tanti con l'avviso in mano preferiscono venire allo sportello per ritirare i contenitori, piuttosto che attendere il secondo passaggio, che ci sarà in ogni caso anche se l'utente non concorda un appuntamento”, spiegano da Alea. Presentarsi allo sportello consente di scegliere quale tipo di bidone prendere, se il più piccolo da 30 litri o il più grosso da 120? “No, anche allo sportello vengono applicati i criteri standard dell'operatore della consegna. Nei casi dei condomini, si utilizza la valutazione di situazioni simili effettuate sul posto, o si guardano i dati catastali che abbiamo a disposizione nelle nostra banche dati. - spiegano da Alea il sistema - Poi se l'utente chiede una riverifica della sua specifica situazione, si concorda un appuntamento con l'operatore della consegna per un ulteriore sopralluogo”.

Altro tema sono gli abbandoni illeciti di rifiuti nelle campagne, un fenomeno che si sta diffondendo. Spiegano da Alea: “Interveniamo pulendo a tappeto non appena ci informano delle situazioni. Il fenomeno è diffuso nei punti di confine tra le aree che già sono partite col Porta a Porta e Forlì, dove deve ancora partire, nelle aree tra Forlì e Meldola e Forlì e Predappio quindi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave uno scooterista

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

Torna su
ForlìToday è in caricamento