rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Alea

Alea senza direttore. E il possibile manager declina l'incarico

In Alea scadrà venerdì infatti l'incarico dato temporaneamente al direttore generale di Livia Telus holding Angelo Erbacci

"C'è grande confusione sotto il sole delle partecipate del Comune di Forlì". Lo sottolinea giovedì pomeriggio in Consiglio comunale, il capogruppo di Forlì e co Federico Morgagni, interrogando la giunta sui ritardi nella nomina del direttore generale di Alea ambiente, la società che gestisce la raccolta dei rfiuti. In Alea scadrà venerdì infatti l'incarico dato temporaneamente al direttore generale di Livia Telus holding Angelo Erbacci. E il civico chiede conto della selezione per un direttore temporaneo, segnalando le altre nomine vacanti in Forlifarma e in Forlì mobilità integrata.

Alea Ambiente, replica l'assessore al Bilancio Vittorio Cicognani, ha fatto il bando per il nuovo direttore, ma la figura individuata non ha accettato l'incarico. Per questo "non riusciamo ad approvare entro il 30 settembre il bilancio consolidato". Erbacci, aggiunge, "non è più disponibile a fare il direttore di Alea e ritorna al suo ruolo in Livia Tellus", così la società ha optato per una selezione per trovare un direttore in attesa che venga pubblicato un nuovo bando. "Il processo ad Alea è inaccettabile", prende parola Lauro Biondi di Forza Italia, con Loretta Prati del Partito democratico a replicare che "noi ci crediamo, ma ci sono delle difficoltà che potevano essere prevenute. Alla fine si starà un anno e mezzo senza una figura fondamentale". (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alea senza direttore. E il possibile manager declina l'incarico

ForlìToday è in caricamento