Cronaca

Forlì si riunisce in preghiera per il piccolo Alfie Evans

L'appuntamento si terrà venerdì sera alle 21 nella chiesa del Suffragio di Corso della Repubblica

A Forlì ci sarà un momento di preghiera per Alfie Evans, il bambino di 23 mesi affetto da una terribile malattia neurodegenerativa e ricoverato all'Alder Hey Children's Hospital di Liverpool, dove sopravvive malgrado lunedì sera sia stato staccato dalle macchine che lo hanno tenuto in vita finora. L'appuntamento si terrà venerdì sera alle 21 nella chiesa del Suffragio di Corso della Repubblica. 

"Nel silenzio pressoché generale della politica su questa vicenda, soprattutto da parte di chi si  batte per la libertà di morire ma non fa altrettanto per difendere la libertà di chi vuole vivere, e al di là dell'impatto emotivo fortissimo che la vicenda del piccolo Alfie suscita, occorre capire la portata di questo evento e la posta in gioco fondamentale che riguarderà anche in Italia le future scelte politiche - affermano dal Popolo della Famiglia -. Un bambino inglese pervicacemente attaccato alla vita sta facendo impazzire i meccanismi  perversi di un ingranaggio crudele che stritola l'essere umano nel momento in cui entra in una condizione di fragilità e senza possibilità di difesa".

"Il sistema delle leggi e delle pratiche mediche disumane del nord Europa è la cosiddetta conquista di civiltà che si vuole introdurre anche da noi completando la prima parte già avviata con la legge sul fine vita approvata in tutta fretta come emergenza nazionale nel dicembre scorso - concludono dal Popolo della Famiglia -. In ballo ci sono cifre colossali (in Inghilterra di stima di 17 miliardi di sterline il depotenziamento del welfare inglese) e il conseguente interesse a ridurre le persone in cose da scartare al primo segnale di fallo o, al contrario, da produrre in laboratorio per soddisfare i desideri dei singoli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì si riunisce in preghiera per il piccolo Alfie Evans

ForlìToday è in caricamento