rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Alluvione e danni

Alluvione, 2,5 milioni di api soffocate nel fango: l'azienda prova a ripartire con la solidarietà

La gara di solidarietà per gli apicoltori forlivesi sembra non arrestarsi, già raccolti oltre 8mila euro

"Siamo piccoli apicoltori che diamo il cuore per le api e per la qualità del miele che produciamo. Purtroppo, però, siccità, gelate ed altro sono una continua lotta, ma noi non ci siamo mai dati per vinti". Scrive così Fabio Casadei, apicoltore di NaturaMiele, su GoFundMe dove ha lanciato una raccolta fondi per permettere di ricominciare dopo aver perso 25 famiglie di api, il camioncino e diverse attrezzature. 

"Questa volta il colpo è stato forte: 25 famiglie di api andate perse, il camioncino sommerso da 2 metri d'acqua, diversa attrezzatura rovinata, ma non vogliamo arrenderci - raccontano Fabio e Roberto Minardi, con il quale conduce l’attività  - siamo romagnoli, lottatori, non molliamo, ma abbiamo bisogno, se possibile, di un vostro aiuto, piccolo o grande che sia, perché da soli non ce la possiamo fare. 25 famiglie d'api uccise (circa 2 milioni di api), varia attrezzatura apistica distrutta, un Iveco Daily sotto a 2 metri di acqua e fango: questi sono tutti i costi che dobbiamo coprire per noi e per il bene delle api”.

La gara di solidarietà per gli apicoltori forlivesi sembra non arrestarsi, già raccolti oltre 8mila euro. La raccolta fondi è raggiungibile anche su GoFundGreen, insieme a tante iniziative per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente. È possibile donare ai link https://gf.me/v/c/gfm/aiuto-per-le-migliaia-di-api-soffocate-nel-fango e https://gfme.co/GoFundGreen_it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, 2,5 milioni di api soffocate nel fango: l'azienda prova a ripartire con la solidarietà

ForlìToday è in caricamento