rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Alluvione, la solidarietà

Alluvione e donazioni, Cna: "Disponibili al confronto per proporre azioni veloci ed eque"

"Crediamo - prosegue Bellini che il contributo dei diversi soggetti, a partire da Cna, sia sempre stato costruttivo e abbia contribuito a prendere decisioni equilibrate"

Sulla gestione delle donazioni per gli alluvionati raccolte dal Comune di Forlì, Cna chiede "un confronto aperto" al fine di trovare soluzioni "veloci e eque". L'associazione degli imprenditori, afferma il presidente di Cna Forlì Città Davide Bellini, "si mette a disposizione come sempre per portare il proprio contributo. Questo anche partendo dalle azioni di supporto che l’associazione ha messo in campo fin dalle prime ore dell’alluvione e che le hanno consentito di fare un punto piuttosto chiaro delle difficoltà vissute da imprese e cittadini".

"Crediamo - prosegue Bellini che il contributo dei diversi soggetti, a partire da Cna, sia sempre stato costruttivo e abbia contribuito a prendere decisioni equilibrate; pertanto siamo pienamente disponibili al confronto anche su questo tema, pur considerando la necessità di essere veloci".

"Il presupposto ottimistico dell’amministrazione - prosegue Marco Lucchi, responsabile di Cna Forlì città - è che saranno rispettati i ristori al 100% sui danni annunciati dal governo, ma per questi al momento non si vedono le risorse e non sono stati definiti i tempi. Intervenire sul credito sarebbe utile se cittadini e imprese avessero garanzie certe dei ristori, ma mancando questo presupposto, si rischia di creare uno strumento non adatto alla situazione". 

"Esiste poi il tema del coinvolgimento delle micro e piccole imprese in queste azioni di sostegno che, in diversi casi, non hanno ancora riaperto e sono in difficoltà a farlo, mettendo in discussione anche le fonti di reddito di imprenditori e dipendenti - viene ricordato -. Per rispondere all’urgenza attuale bisognerebbe partire da chi non è potuto ancora rientrare nella propria abitazione o riaprire la propria impresa". 

"Registriamo comunque – conclude Bellini – la disponibilità del sindaco a discutere sulla modalità di erogazione delle risorse e a partire dalle considerazioni fatte, siamo come sempre disponibili a portare il nostro contributo nel luogo di confronto che sarà ritenuto opportuno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione e donazioni, Cna: "Disponibili al confronto per proporre azioni veloci ed eque"

ForlìToday è in caricamento