rotate-mobile
Emergenza alluvione

Alluvione, più ambulanze in campo per l'emergenza. "Sospese le attività specialistiche ambulatoriali"

Il numero di ambulanze è via via accresciuto, in funzione delle esigenze che si sommavano in tutte le province

L’Ausl Romagna informa la popolazione che nella giornata di giovedì nella provincia di Forlì-Cesena saranno garantiti solo i prelievi urgenti. Saranno aperti il Punto Prelievi di via Colombo, quello del Padiglione Vallisneri all'ospedale di Forlì, il Punto Prelievi di Meldola e il Punto Prelievi di Forlimpopoli. Per l'ambito di Forlì sono inoltre state sospese la Commissione medica locale patenti speciali di mercoledì pomeriggio e la Commissione invalidi civili di giovedì. E’ invece confermata la Commissione invalidi civili di giovedì.

Garantite le urgenze

Come già annunciato dalla Regione, nel territorio dell'Ausl Romagna sono garantite tutte le urgenze e per giovedì e venerdì sono state sospese le attività specialistiche ambulatoriali che possono essere riprogrammate. Le visite saranno riprogrammate senza alcun addebito per la mancata disdetta. Per quanto riguarda il sistema di soccorso preospedaliero, il servizio ha implementato la propria dotazione di personale e mezzi di soccorso per far fronte alle numerosissime richiesta di evacuazione dai propri domicili di persone le cui abitazioni sono state pesantemente colpite dalle progressive e ripetute esondazioni.

Potenziati i servizi della centrale operativa

In particolare, a seguito degli allarmi emanati dalla protezione civile negli ultimi giorni e per dare corso alle direttive dei Centri Coordinamento Soccorsi provinciali, sono stati potenziati i servizi della centrale operativa (con il raddoppio degli operatori, tecnici ed infermieri, in turno) ed il numero delle ambulanze. Il potenziamento della centrale operativa ha permesso ai cittadini di mantenere negli standard normali il tempo di risposta alle emergenze sanitarie, contestualmente alla gestione di interventi di evacuazione supportati dai Vigili del Fuoco.

Ambulanze incrementate

Il numero di ambulanze è via via accresciuto, in funzione delle esigenze che si sommavano in tutte le province. In particolare, nella nottata di martedì e mercoledì sono operative oltre alle 45 ambulanze con infermiere e alle 9 automediche, altri 20 mezzi, di cui 9 con soccorritori di associazioni di volontariato di Piacenza, Parma e Reggio Emilia nell’ottica una collaborazione che rappresenta un elemento di grande forza del “sistema 118” emiliano-romagnolo. "L’assetto messo in campo sul territorio consente di mantenere i tempi di soccorso, pur con i grandi ostacoli alla viabilità, nei ridotti tempi standard per il soccorso", rimarca l'Ausl.

L'Irst sospende la normale procedura di gestione degli appuntamenti

L'Irst Irccs "Dino Amadori" informa invece che "a seguito della drammatica emergenza attraversata dal nostro territorio e a causa delle contingenti numerose difficoltà incontrate nell'assicurare i servizi di cura, è stata sospesa la normale procedura di gestione degli appuntamenti in tutte le proprie sedi. Pertanto, tutti i pazienti che nelle prossime giornate hanno in agenda esami, visite o terapie, saranno direttamente contattati dagli operatori Irst che, alla luce del quadro clinico della persona, comunicheranno loro o il rinvio dell'appuntamento o la sua conferma. Tutto il personale medico, infermieristico e tecnico si sta prodigando senza sosta per la risoluzione dei gravi problemi di tipo impiantistico che impediscono il regolare svolgimento delle attività. L'attuale modalità si protrarrà fino al ritorno alla norma, auspicabilmente nella giornata di lunedì e, comunque sia, fino a nuova comunicazione. Tutto Irst si stringe e porta la propria vicinanza a tutte le cittadine e a tutti i cittadini che stanno attraversando ore di estrema difficoltà, dolore e lutto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, più ambulanze in campo per l'emergenza. "Sospese le attività specialistiche ambulatoriali"

ForlìToday è in caricamento