rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

"Amicizie in rete": partita la nuova iniziativa dei 4 Lions Club per 300 studenti delle medie

Il percorso si concluderà a fine marzo con la consegna dei lavori e a seguire è prevista una giornata nella quale verranno invitate tutte le classi partecipanti ed assegnati riconoscimenti ai lavori più significativi.

Far capire ai ragazzi le insidie della rete e i pericoli insiti nel ‘cyberbullismo’, di cui leggiamo purtroppo quasi ogni giorno sui media, insegnare loro un uso corretto dei nuovi media: questi sono alcuni degli obiettivi del progetto ‘Amicizia in rete’ portato avanti dai 4 Lions club forlivesi: Forlì Host, Valle del Bidente, Giovanni De’ Medici e Forlì Cesena Terre di Romagna. Dopo il grande successo dell’indagine 2015 ‘Media education, digital generation’ sulla vita online dei ‘nativi digitali’, svolta da gennaio a maggio 2015 grazie a un questionario su un campione  di 827 alunni di 10 istituti secondari di primo grado forlivesi e che si è conclusa l’11 dicembre scorso con il grandissimo successo della rappresentazione giornalistico-teatrale ‘Cyberbullismo’ di Luca Pagliari, i 4 Lions Club forlivesi continuano la loro attività di sensibilizzazione sull’utilizzo dei nuovi media da parte dei ragazzi con gli incontri in classe di ‘Amicizia in rete’.

Incontri in classe con esperti Lions e volontari per 300 studenti forlivesi - A questa nuova iniziativa, che consiste in incontri di approfondimento condotti da esperti del mondo lionistico coadiuvati da volontari esterni, hanno aderito 13 classi delle scuole medie Benedetto Croce (dove l’incontro si è tenuto), Mercuriale, Bertinoro, Maroncelli e Santa Dorotea, per un totale di 300 studenti partecipanti. Durante questi incontri in classe viene presentato ai ragazzi un quadro di riferimento legato alle relazioni nell'uso della rete, per  cercare di verificare se quanto emerso dal questionario ‘Media education digital generation’ rappresenta la realtà del comprensorio forlivese. Dopodiché si cerca di spiegare ai ragazzi cosa c'è dietro la rete, le logiche economiche e di potere, per poi far comprendere loro come quel linguaggio,  per loro "normale", sia innovativo rispetto a quello di pochi anni fa e quali insidie si celino dietro a questa nuova forma espressiva. Il momento conclusivo dell’incontro affronta le problematiche legate al cyberbullismo e ad altre forme distruttive del pensiero che, come confermato recentemente dai media, qualche volta portano gli adolescenti a compiere gesti estremi.

L’interesse del mondo della scuola e il concorso a premi - I ragazzi stanno dimostrando un grande interesse per questo progetto e forse per molti di loro la scoperta di quanta influenza hanno sulla loro emotività le relazioni sulle reti è un’esperienza nuova e stimolante. Grande soddisfazione anche da parte degli insegnanti, che dovranno sviluppare successivamente e in autonomia i temi affrontati con i ragazzi, che vengono coinvolti non solo in un percorso di formazione e cultura sull'uso di internet e della rete nelle loro relazioni, ma anche in un concorso, nel quale dovranno cimentarsi con lavori che potranno spaziare dall'arte, dalla narrativa, dalla produzione di audiovisivi e altro. Il percorso si concluderà a fine marzo con la consegna dei lavori e a seguire è prevista una giornata nella quale verranno invitate tutte le classi partecipanti ed assegnati riconoscimenti ai lavori più significativi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Amicizie in rete": partita la nuova iniziativa dei 4 Lions Club per 300 studenti delle medie

ForlìToday è in caricamento