rotate-mobile
Cronaca

Dalla "Amorosa" nasce l' "Amorosina": lo storico ristorante punta sul centro e sulla nuova generazione

Dalla Amorosa nasce l'Amorosina. Lo storico ristorante, uno dei templi della cucina romagnola doc, si sdoppia

Dalla Amorosa nasce l'Amorosina. Lo storico ristorante di via Ravegnana, uno dei templi della cucina romagnola doc, si sdoppia e tra un circa un mese aprirà in centro storico nei locali di quello che era il ristorante San Domenico, proprio di fronte alla sede espositiva delle grandi mostre. Un'apertura carica di significati: il primo è che, anche in tempo di grande crisi per la ristorazione, non bisogna – dove possibile – rinunciare a investire sul futuro; il secondo è la scelta partita da una storica attività della periferia - beneficiata anche dalla vicinanza al casello dell'autostrada - di reinventarsi “localino” in centro storico; il terzo è che il San Domenico si rivela ancora una volta forza attrattiva per il rilancio di una porzione del centro storico, dove si trovano insediati, a breve distanza l'uno dall'altro, tre ristoranti e due bar con ristorazione veloce, di cui uno che ha puntato tutto sul vegetariano.

A capo del progetto de “L'Amorosina” ci sono Stella Tartagni, 25 anni, figlia degli storici ristoratori de “L'Amorosa” (dove continuano ad operare il padre Daniele Tartagni e la sorella) e di Emil Mingozzi, socio del Jump Group (dove la stessa Stella ha lavorato per 4 anni), attivo nel mondo degli eventi, dal Campus Festival all'ultimo capodanno in piazza Saffi. Completa la nuova società la madre di Stella, Luisa Zoffoli, che darà una mano soprattutto nell'avviamento del locale. “La presenza mia e di mia madre nel locale è il simbolo anche di un passaggio di testimone, le due persone che rappresentano il concetto della 'Amorosa' e dell' 'Amorosina'”, spiega Stella Tartagni. Quindi tradizione, quella della cucina romagnola, che resterà il 'piatto forte' anche del nuovo locale, ma anche innovazione. E a spiegare il secondo obiettivo è Stella: “Sarà un locale per il San Domenico e i suoi visitatori, ma anche per i giovani, per i tanti universitari fuori sede che ci dicevano 'Se avessi la macchina per venire in via Ravegnana'. Sto scoprendo inoltre che molte coppie giovani scelgono questa parte del centro per prendere casa”. 

A spiegare i punti forti del locale è la giovane titolare: “In centro, con un bellissimo giardino che sarà presto pronto proprio qui davanti, e poi il San Domenico, la possibilità di fare l'asporto con un cestino da picnic magari da consumare nel vicino parco urbano”. Ed infine “in una piazza che guarda il modello di piazza delle Erbe, con tanti colleghi ristoratori tra cui ci diamo una mano”. Il ristorante dovrebbe aprire a giugno, a imprimere una velocizzazione del progetto è stata l'apertura della mostra su Dante, col suo giro di visitatori che il nuovo locale intende cavalcare.

“Il progetto di aprire – aggiunge Stella Tartagni – era già in cantiere da tempo, ma senza scadenza e ritardato dall'attuale situazione della pandemia. Poi si è presentata l'occasione di aprire qui, proposta dal proprietario dell'immobile ma anche caldeggiata dal mondo che ruota intorno al San Domenico, che riteneva importante la presenza nella piazza di un ristorante con questa tipologia, romagnolo ma anche aperto ai giovani”. La disponibilità dei locali, lasciati liberi dal San Domenico prima dell'inizio della crisi Covid, ha così accelerato un sogno che già veniva coccolato nel ristorante di via Ravegnana. Il nuovo ristorante ha già pubblicato un annuncio di ricerca di personale e se tutto va bene potrà aprire a giugno, quando si spera saranno eliminate le restrizioni sul servizio solo all'aperto, dato che il locale si sviluppa in gran parte al chiuso, anche se ha una corte interna e un terrazzo. “Se dovesse rimanere la restrizione sul chiuso, valuteremo l'utilizzo dello spazio esterno della piazza”, conclude Tartagni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla "Amorosa" nasce l' "Amorosina": lo storico ristorante punta sul centro e sulla nuova generazione

ForlìToday è in caricamento