rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca Roncadello / Via Gerardo Mercatore

Roncadello, smog vicino la scuola: "Valori non allarmanti. Ma servono altri indagini"

Gli esperti hanno individuato come postazione di monitoraggio l’area prospiciente la scuola in Via Mercatore, situata a circa cento metri dalla A14 che taglia l’abitato di Roncadello

Il comune di Forlì, in seguito alla segnalazione di alcuni residenti, ha richiesto il monitoraggio della qualità dell'aria nei pressi della scuola primaria di Roncadello. La campagna, eseguita con il laboratorio mobile della sezione di Forlì-Cesena fra ottobre e novembre, consisteva nel verificare i livelli di inquinanti nell’area. Gli esperti hanno individuato come postazione di monitoraggio l’area prospiciente la scuola in via Mercatore, situata a circa cento metri dalla A14 che taglia l’abitato di Roncadello.

L’abitato non è peraltro caratterizzato da altre fonti emissive significative ed il contesto è rurale. I risultati del monitoraggio sono stati confrontati con i dati registrati nelle stazioni di Parco della Resistenza e di Viale Roma, a Forlì. "Il periodo di campagna - spiegano dall'Arpae - è stato caratterizzato da venti di scarsa entità provenienti prevalentemente dal quadrante sud-ovest, con venti diurni più variabili e forti di quelli notturni. Si sono registrati due eventi temporaleschi di discreta intensità ai quali sono corrisposti abbassamenti dei valori di inquinanti registrati".

Le analisi

Si legge nella relazione dell'Arpae: "I livelli di concentrazione di particolato pm10 sono risultati più alti presso il sito di campagna rispetto a quanto rilevato nelle altre stazioni della rete cittadina sia nelle medie giornaliere che nel grafico derivato della settimana tipo. Il laboratorio mobile ha registrato costantemente valori più alti o allineati rispetto a quelli registrati nel sito di traffico di Viale Roma a Forlì. I valori registrati a Roncadello sono significativamente più alti degli altri soprattutto quando le concentrazioni sono superiori al limite per la concentrazione media giornaliera di 50 microgrammi per metro cubo". 

E anche i valori di pm2.5, così come quelli di pm10, "sono stati sempre più alti o allineati nel sito di Roncadello rispetto al sito di Parco della Resistenza. Anche per il om2.5 all’aumentare della concentrazione si evidenzia una maggiore differenza tra le postazioni". Per quanto concerne i valori medi di biossido di azoto, quelli registrati a Roncadello "sono quasi sempre inferiori a quelli registrati al sito di traffico di Viale Roma e costantemente superiori a quelli registrati alla cabina di Parco della Resistenza. Gli andamenti tipo rispecchiano la situazione dei valori medi, con picchi nelle ore serali, più accentuati a Roncadello rispetto agli altri siti solo nelle giornate di domenica".

I valori di benzene registrati a Roncadello, informa l'Arpae, "sono risultati costantemente inferiori a quelli registrati presso la cabina di Viale Roma. L’andamento dei valori è sovrapponibile per quanto i valori medi siano più bassi. Il picco serale risulta spostato di un paio di ore". I valori di monossido di carbonio "sono da tempo estremamente bassi in tutta la rete e vicini ai limiti strumentali. Per quanto i valori registrati a Carpinello siano inferiori a quelli registrati in viale Roma, i valori medi in entrambi i siti sono talmente bassi da potersi considerare sovrapponibili. Come per il benzene, il picco serale dei valori è spostato di un paio di ore nel sito di Roncadello". I livelli di ozono, "ampiamente sotto i limiti", chiarisce la relazione, "sono del tutto sovrapponibili nei due siti. Anche gli andamenti, determinati dalla radiazione solare disponibile, sono analoghi".

Le conclusioni

Conclude la relazione dell'Arpae: "Il sito di Roncadello evidenzia valori chiaramente più alti di quelli registrati nelle altre stazioni di Forlì per quanto riguarda il particolato e valori in linea con gli altri per quanto riguarda gli inquinanti gassosi. Poiché il particolato presenta in genere una forte componente secondaria, normalmente si indaga l’andamento dei gas tipicamente correlati al traffico come monossido di carbonio e Benzene al fine di verificare l’influenza della componente traffico in un sito. Entrambi i gas non hanno evidenziato valori più alti nel sito di Roncadello. Pertanto non si hanno motivi evidenti per affermare che gli alti valori di particolato siano riconducibili unicamente alla componente traffico della vicina A14 o al traffico indotto dagli spostamenti casa-scuola".

"La direzione dei venti prevalentemente provenienti da sud-ovest non contribuisce sicuramente all’accumulo degli inquinanti dell’autostrada situata a nord-nord-est rispetto al sito di campionamento - prosegue il parere degli esperti -. E’ pertanto ipotizzabile che nel particolato sia presente una componente secondaria rurale più significativa rispetto a quella riscontrata nei siti cittadini. Tale componente andrebbe indagata con una indagine ad hoc eventualmente realizzabile con campionatori mobili. Nonostante i valori registrati nel sito di indagine non siano mai allarmanti sia per quanto riguarda il particolato che per quanto riguarda i gas, la presenza di una scuola e di una utenza di popolazione particolarmente sensibile (i bambini) configura la zona come meritevole di ulteriori indagini, da eseguirsi auspicabilmente in inverno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roncadello, smog vicino la scuola: "Valori non allarmanti. Ma servono altri indagini"

ForlìToday è in caricamento