rotate-mobile
Diocesi

Anche a Forlì si prega per la pace e l’unità dei cristiani

La funzione, all’insegna del brano di Isaia “Imparate a fare il bene, cercate la giustizia”, sarà animata dal Coro ecumenico internazionale “San Nicola” di Rimini

Sarà il vescovo di Forlì-Bertinoro mons. Livio Corazza a presiedere, venerdì, alle 20.30 in Cattedrale, l’incontro ecumenico per l’unità e per la pace in occasione della settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani. La funzione, all’insegna del brano di Isaia “Imparate a fare il bene, cercate la giustizia”, sarà animata dal Coro ecumenico internazionale “San Nicola” di Rimini, diretto da Marina Valmaggi e vedrà la partecipazione della Chiesa Avventista, delle parrocchie ortodosse romene, della Comunità ortodossa moldava e delle parrocchie greco-cattoliche romena e ucraina.

“Colgo l'occasione - comunica il vescovo - per segnalare e incoraggiare la partecipazione alla veglia ecumenica che l'ufficio per l'Ecumenismo sta preparando per venerdì in Duomo. Saranno presenti alcuni rappresentanti delle confessioni cristiane del nostro territorio. La veglia sarà animata dal coro ecumenico internazionale di Rimini composto da coristi ucraini e russi che insieme eseguiranno dei canti per invocare la pace. Li ho sentiti per la prima volta a Meldola la vigilia di san Nicolò ed è stato davvero emozionante e spiritualmente coinvolgente".

"Sarebbe bello - continua Corazza - favorire la partecipazione di tanta gente. Dopo le marce della pace di Forlì, Meldola e Forlimpopoli, che hanno visto la presenza anche di musulmani e diversamente credenti, la Festa dei Popoli che si è svolta a Coriano, la veglia in occasione della settimana ecumenica di preghiera per l'unità dei cristiani sarà un ulteriore appuntamento di condivisione per una comune invocazione all'unità e alla pace”.

Durante la veglia porterà la sua testimonianza Marina Nokovic, operatrice Caritas al centro di ascolto di ’Casa Betania’ e impegnata nell’accoglienza delle donne ucraine ospitate presso il monastero del Corpus Domini in piazza Ordelaffi. La Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani è un'iniziativa internazionale di preghiera ecumenica cristiana, che tradizionalmente si celebra ogni anno tra il 18 e il 25 gennaio, e dunque compresa tra la festa della cattedra di San Pietro e quella della conversione di San Paolo.

Fu avviata ufficialmente dal reverendo episcopaliano Paul Wattson e dunque in ambito protestante, a Graymoor (New York), nel 1908, come Ottavario per l’unità della Chiesa, auspicando che diventasse pratica comune. Dal 1968 il tema e i testi per la preghiera sono elaborati congiuntamente dalla commissione Fede e Costituzione del Consiglio Ecumenico delle Chiese, per protestanti e ortodossi, e dal Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, per i cattolici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Forlì si prega per la pace e l’unità dei cristiani

ForlìToday è in caricamento