menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ultimo saluto ad Andrea, la commozione del fratello: "Guardava la vita col sorriso"

La voce spezzata da una trattenuta commozione ha fatto eco nella chiesa di San Nicolò a Meldola, dove venerdì si sono officiati i funerali della vittima del drammatico schianto

"Era il fratello di tutti e lo sarà sempre". Sul pulpito è salito Francesco Severi, fratello di Andrea, il giovane di 26 anni morto nella tarda serata di sabato in un tragico schianto lungo la Bidentina. La voce spezzata da una trattenuta commozione ha fatto eco nella chiesa di San Nicolò a Meldola, dove venerdì si sono officiati i funerali della vittima del drammatico schianto. A celebrare le esequie don Mauro Petrini. "E' capace di farsi amare anche da chi lo conosce da cinque minuti., lasciando segni indelebili E' il fratello di tutti e lo sarà sempre"

"E' un ragazzo che ha avuto mille avversità, ma nonostante tutto riusciva sempre a guardare la vita col sorriso", ha aggiunto Francesco, rivolgendosi agli amici: "Cercate di vivere la vita con la leggerezza con cui Andrea ha affrontato la sua". Al termine della funzione religiosa la salma ha seguito un percorso, con partenza dal bar della Dozza, che comprendeva tutti i luoghi che hanno rappresentato qualcosa nella vita della giovane vittima.

VIDEO - L'ultimo saluto ad Andrea

Nel dramma della Bidentina è rimasta ferita anche la fidanzata del giovane. Tragico il destino del 26enne: nel 2019 rimase gravemente ferito in un altro incidente stradale, quando il furgone sul quale viaggiava come passeggero finì contro un camion in sosta. Si salvò dopo una lunga operazione. Divenne testimonial della campagna "Preveni...amo" dell'Ausl Romagna rivolta agli studenti. Sabato sera la sciagura, una vita spezzata contro un platano, e il destino che gli ha voltato contro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento