Corteo dei nostalgici di Mussolini a Predappio, esposto dell'Anpi: "Apologia del fascismo"

La presidente nazionale dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italiam Carla Nespolo, ha presentato un esposto alla Procura di Forlì

L'ultimo corteo dei nostalgici a Predappio, quello del 28 aprile in occasione dell’anniversario della morte di Benito Mussolini (fucilato dai partigiani il 28 aprile del 1945), nel mirino dell'Anpi. La presidente nazionale dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italiam Carla Nespolo, ha presentato un esposto alla Procura di Forlì. "Si è trattato dell'ennesima sfilata di “camerati” in camicia nera che hanno esposto i simboli dell'odio (fasci littori, celtica, uniformi e vessilli neri) e hanno dato scena al solito rituale, con centinaia di braccia alzate e di mani tese nel saluto romano, ripetuto più volte, e il consueto “presente” gridato all'unisono davanti alla tomba di Mussolini - scrive Nespolo nell'esposto -. Tale comportamento è ancor più grave se si considera il particolare momento storico che viviamo, in cui tali manifestazioni forniscono l'occasione ai gruppi di estrema destra per propagandare le proprie odiose idee xenofobe e fasciste in aperta violazione dei principi democratici".

La presidente dell'Anpi Nazionale ha ricordato come "la legge Scelba e la legge Mancino sanzionano l'apologia del fascismo quando apologia vuol dire esaltazione del regime, esaltazione dei principi, delle figure che al fascismo hanno fatto riferimento". "A fronte dell'ennesimo sfregio dei valori rappresentati dalla nostra Costituzione", l'Anpi evidenzia "l'esigenza di una pronta risposta da parte dell'Autorità giudiziaria all'allarmante fenomeno rappresentato dai neofascismi che, con sempre maggior frequenza, pongono in essere pubblicamente condotte di apologia del fascismo, oltre ad offendere la memoria delle migliaia di vittime del passato regime".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nespolo si è dichiarata "persona offesa nel procedimento", nominando come difensore l'avvocato Emilio Ricci. L'Anpi Nazionale aveva già presentato un esposto simile alla fine di novembre in seguito alla rievocazione della marcia su Roma dello scorso 28 ottobre e il caso Auschwitzland, la maglietta sfoggiata da una militante di Forza Nuova. E sabato l'Anpi, insieme a Cgil, Libera Forlì e Forlì Città Aperta ed altre associazioni, hanno indetto una manifestazione per "contestare la scelta sbagliata del Ministro per gli Interni di intervenire in pubblica piazza da quel balcone". Alla manifestazione interverrà il vice presidente nazionale Anpi Emilio Ricci. Il punto di ritrovo è previsto alle 11 al Sacrario dei Caduti, nelle vicinanze dei lampioni a cui i nazifascisti erano soliti impiccare partigiani e oppositori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

Torna su
ForlìToday è in caricamento