menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziani nelle strutture private, dal Comune contributi per pagare la retta: pubblicato il bando

"Molto spesso le famiglie non sono in grado di sostenere il pagamento della retta in strutture private", evidenzia Tassinari

È stato pubblicato in questi giorni, sul sito del Comune di Forlì, l’avviso per la concessione di contributi per il pagamento della retta a favore di anziani in strutture residenziali non accreditate. "Numerose famiglie della nostra città esprimono una richiesta legittima di assistenza ai propri anziani, con condizioni di grave non autosufficienza - spiega l'assessore al Welfare, Rosaria Tassinari -. Tuttavia l’accesso alle strutture residenziali non è sempre agevole. Molto spesso infatti le famiglie non sono in grado di sostenere il pagamento della retta in strutture private".

"Per sopperire a questa spiacevole condizione di disagio, il Comune di Forlì, con uno strumento del tutto innovativo, ha investito 100mila euro di risorse proprie per venire incontro alle difficoltà economiche di chi ha i propri genitori, parenti o persone anziane ospiti nelle case di riposo non accreditate del territorio. L’attivazione di questo prezioso intervento ha lo scopo di offrire un supporto concreto, facile e veloce alle famiglie non più in condizione di mantenere l’anziano a domicilio, ove non sia possibile il tempestivo inserimento in struttura accreditata e non siano in grado di sostenere interamente il costo della retta di una struttura privata".

Il contributo può essere richiesto per l’inserimento (anche temporaneo) in Casa Residenza per anziani non autosufficienti (CRA), in Casa di Riposo oppure in altra struttura (Comunità Alloggio o Gruppo appartamento) inserita nella “White List” delle strutture per le quali sia stato verificato il pieno rispetto dei requisiti previsti dall’apposito regolamento comunale. Il contributo può essere di 150, 300 o 500 euro al mese, in base alla condizione economica dell’anziano, e di norma ha durata di 6 mesi, con eventuale rinnovo.

"In questo modo - conclude Tassinari - per la prima volta il Comune di Forlì corre in soccorso di coloro che non possono beneficiare del sostegno pubblico all’interno delle strutture residenziali per anziani e si pone al fianco di quelle famiglie del territorio con maggiori difficoltà economiche". La domanda va presentata entro il 30 giugno, con le modalità previste dall’Avviso. Per ogni dettaglio si rinvia all’avviso pubblicato sul sito web del Comune di Forlì (https://www.comune.forli.fc.it/servizi/bandi/bandi_fase02.aspx?ID=14070).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento