rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Cronaca

Appello dei Carabinieri, Forlì si conferma un modello di solidarietà: partono gli aiuti per il Kosovo

La richiesta di sostegno alla popolazione kosovara, indirizzata al comando provinciale Carabinieri di Forlì-Cesena guidato dal colonnello Fabio Coppolino e all'amministrazione comunale di Forlì è giunta poche settimane fa

Forlì come modello di solidarietà. Dopo la grande adesione riscontrata dal progetto "Forlì per il Libano", è scattata la mobilitazione cittadina in aiuto al Kosovo. La richiesta di sostegno alla popolazione kosovara, indirizzata al comando provinciale Carabinieri di Forlì-Cesena guidato dal colonnello Fabio Coppolino e all'amministrazione comunale di Forlì è giunta poche settimane fa dagli uomini e dalle donne dell'Arma che attualmente prestano servizio nel territorio balcanico. Punto di riferimento del progetto è infatti l'Operazione Joint Enterprise per conto della Nato, di stanza a Pristina (Kosovo), in particolare il Reggimento Kfor Msu Carabinieri, operativo in zona dal 1999. 

La richiesta comprende la fornitura di materiale per bambini: giochi, vestiti, materiale didattico. Immediata anche in questo caso è stata la risposta del territorio forlivese grazie alla prontezza del Comitato per la lotta contro la fame nel mondo (che rappresenta il braccio operativo di tutta l'operazione), così come dell'Associazione Nazionale Carabinieri in congedo di Forlì-Cesena, dell'Associazione di volontariato  Misericordia di Forlì. Proprio questa risposta unanime ed entusiasta è stata ancora una volta elemento di successo dell'intera  operazione.

Da Forlì aiuti per il Kosovo

In pochissimi giorni sono stati così raccolti sette bancali di materiale richiesto: indumenti per bambini, giochi, cancelleria, materiale per la disinfezione. Il Comitato si è fatto anche punto logistico di raccolta di materiale proveniente da Pesaro. Tutto, compreso una carrozzina elettrica e vestiario per adulti, è stato caricato sui mezzi dell'Arma nei giorni scorsi per essere imbarcato a Bari su una nave che ha già raggiunto il Kosovo. "Si tratta di un piccolo ma importantissimo gesto da parte della comunità forlivese - affermano il sindaco Gian Luca Zattini e l'assessore Rosaria Tassinari -. Un gesto che testimonia lo spirito di solidarietà e di fratellanza del nostro territorio a favore di realtà che versano in condizioni precarie, portando loro conforto e vicinanza".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello dei Carabinieri, Forlì si conferma un modello di solidarietà: partono gli aiuti per il Kosovo

ForlìToday è in caricamento