Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

L'appello della ministra Santanché: "Non dovrà esserci nemmeno una disdetta, l'Italia è con la Romagna"

La ministra Daniela Santanché interviene a Rimini: "Oggi non possiamo permettere che dopo la tragedia dell'alluvione ci sia anche la tragedia economica"

“Io ci sono”, la ministra Daniela Santanché si presenta alla conferenza di presentazione della campagna turistica a favore dell’Emilia Romagna con la t-shirt che la stilista Alberta Ferretti ha dedicato come messaggio di vicinanza alle persone colpite dall’alluvione. Una Santanché che fa squadra, al fianco del presidente Stefano Bonaccini, dell’assessore Corsini e del sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad. C’è un territorio che deve affrontare l’emergenza del post emergenza, ma anche una stagione turistica da salvare. E allora la ministra del Turismo spiega: “Sto provando delle emozioni perché nessuno di noi vuole dimenticare quello che è stato vissuto nei giorni passati, nessuno vuole dimenticare chi non c’è più. Ma c’è anche l’orgoglio, di persone che prima di chiedere si sono messe a lavorare e lo hanno fatto cantando. Questo è un messaggio di forte appartenenza all’Italia, dobbiamo essere orgogliosi di essere italiani, avete dato una dimostrazione fantastica”.

Dopo l'alluvione, c'è da salvare il turismo. "Dite al mondo che la Romagna è pronta per le vacanze"

Poi la ministra si addentra sui motivi della visita e sulla campagna pronta a partire con il sostegno di Enit. “Oggi non possiamo permettere che dopo la tragedia ci sia anche la tragedia economica – prosegue Santanché -. La Romagna vive di turismo, ha insegnato al mondo l’accoglienza, si è inventata un turismo diverso, qua è nato anche il turismo della notte, siete capaci ad accogliere le famiglie, e allora dobbiamo evitare che ci siano i giornali internazionali che dicano che qui è tutto sommerso dall’acqua. Le istituzioni si mettono insieme, perché neanche il più bravo può andare avanti da solo, facendo squadra con i sindaci, con l’assessore Corsini, con il presidente Bonaccini, non abbiamo mai pensato alle nostre casacche. Abbiamo indossato la maglia della Nazionale e della Romagna”.

E l’appello: “L’Emilia Romagna è pronta, ti aspetta, nelle scorse ore sono stata a fare un giro nelle spiagge e il lavoro è stato fantastico. Ma mancano ancora i turisti, tutti insieme dobbiamo lavorare perché non arrivino disdette. Allora si parte con una campagna di comunicazione internazionale. La maglietta che indosso di “Io ci sono” è di Alberta Ferretti, il ricavato sarà devoluto ai bisogni. Oltre alla campagna di comunicazione abbiamo poi messo a disposizione 10 milioni di euro a favore alla filiera del turismo, per quelle attività che hanno bisogno di ristori. Il governo c’è, ma soprattutto ci siete voi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello della ministra Santanché: "Non dovrà esserci nemmeno una disdetta, l'Italia è con la Romagna"
ForlìToday è in caricamento