Cronaca

Apre una nuova farmacia: "Servono locali più grandi". E c'è già chi ha prenotato tre tamponi alla settimana fino a Natale

"Abbiamo preferito cercare un altro spazio, sempre vicino al centro e ristrutturarlo come volevamo noi. Ora abbiamo una farmacia all'avanguardia"

Con il Covid, la digitalizzazione e  tutte le innovazioni inserite in ambito sanitario, che rendono sempre di più la farmacia un primo punto di contatto per una domanda crescente di sanità da parte dei cittadini, anche i locali che la ospitano si devono adeguare. Ed è per questo che la farmacia Centrale ha lasciato corso Garibaldi, a pochi passi da piazza Saffi, per allargarsi sempre in centro storico, ma in una zona a più intenso traffico e in locali più grandi, prima utilizzati non a caso per una rivendita di auto. 

E' una farmacia all'avanguardia, con magazzino automatizzato, un'area riservata ad elettrocardiogramma, analisi del sangue e tamponi Covid, oltre che una cabina estetica per i cosmetici quella che da circa una settimana ha aperto in uno spazio di 330 metri quadri con doppio accesso da viale Salinatore e via Bonzanino, uno degli snodi di maggior traffico della città, la cui circolazione è stata modificata di recente rendendo quel tratto di viale Salinatore a doppio senso di marcia. A gestirla la dottoressa Loretta Baruffi col figlio Fabrizio Galli, già titolari della farmacia di Terra del Sole.

"Ho avuto per moltissimi anni anche la farmacia del Ronco - spiega Loretta Baruffi - poi l'abbiamo venduta al gruppo Hippocrates. Così abbiamo rilevato la farmacia Centrale di corso  Garibaldi, una farmacia storica di Forlì, ma il locale non era idoneo per realizzare quello a cui avevamo pensato e così, pur dando continuità alla farmacia Centrale, abbiamo preferito cercare un altro spazio, sempre vicino al centro e ristrutturarlo come volevamo noi. Ora abbiamo una farmacia all'avanguardia e, soprattutto, spaziosa e ben rifornita. Vorremmo che qui da noi il cliente trovasse tutti i servizi di cui ha bisogno".

E con l'apertura di una nuova farmacia, manco a dirlo, il servizio che sta andando per la maggiore sono proprio i tamponi Covid di chi rifiuta il vaccino. "Stiamo facendo moltissimi tamponi - ci spiega Loretta Baruffi - abbiamo prenotazioni fino a Natale. Che dico Natale? Abbiamo preso una prenotazione, addirittura, per il 29 dicembre. Ci sono  clienti che vengono tre volte alla settimana a fare i tamponi per andare al lavoro. Chi deve presentarsi a scuola e quindi li vuole prima delle 8 di mattina, chi nel pomeriggio perché lavora alla sera".  Del resto è la stessa proprietaria che ci spiega come siano cambiate le esigenze dei clienti dopo il covid. "Beh, direi che un fatto che può un po' consolarci c'è: non si vendono quasi più farmaci per malattie da raffreddamento o tosse - conclude la dottoressa Baruffi - con l'utilizzo della mascherina, infatti, ci si ammala molto meno. Abbiamo altri problemi ma il raffreddore sembra scomparso". 

farmacia salinatore apertura 3 loretta baruffi e fabrizio galli-2

farmacia salinatore apertura 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre una nuova farmacia: "Servono locali più grandi". E c'è già chi ha prenotato tre tamponi alla settimana fino a Natale

ForlìToday è in caricamento