Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Area dimezzata, i commercianti: "La contrastiamo da oltre dieci anni. Non è stato inutile"

"La decisione del Comune di Bertinoro di dimezzare l'intervento per il futuro centro commerciale di Santa Maria Nuova, “ancorché non soddisfacente, dà testimonianza che il confronto serrato di questi giorni con l’Amministrazione comunale non è stato inutile"

La decisione del Comune di Bertinoro di dimezzare l'intervento per il futuro centro commerciale di Santa Maria Nuova, “ancorché non soddisfacente, dà testimonianza che il confronto serrato di questi giorni con l’Amministrazione comunale non è stato inutile. Si poteva fare meglio: se avessimo potuto decidere noi, sicuramente sì. Certo, una pianta che ha radici da oltre un decennio e ha consolidato, per errori politici ed amministrativi, alcuni diritti, è difficile da espiantare”: è l'apertura che arriva dal direttore della Confcommercio forlivese Alberto Zattini e dal direttore della Confesercenti Giancarlo Corzani.

Non senza un pizzico di ironia nei confronti del sindaco Gabriele Fratto: “Ci fa sorridere il racconto che la scheda PAN 9 venga ritirata per serena volontà dei proponenti, in attesa di tempi o destinazioni migliori. Se non l’avessero fatto, noi avremmo proseguito nel nostro percorso di contrasto che sarebbe salito ancora di livello. Come associazioni di categoria, non abbiamo mai rinunciato a fare la nostra parte a tutela delle imprese che rappresentiamo”, sempre i rappresentanti dei commercianti. Che mostrano scetticismo: “Per esprimere una valutazione definitiva su quest’atto amministrativo, occorrerà attendere la delibera del prossimo Consiglio Comunale di Bertinoro e valutarne attentamente i contenuti. Vedremo quali esiti produrrà il prossimo Consiglio Comunale e poi quali contenuti caratterizzeranno l’eventuale PUA da presentare entro la fine dell’anno dai proponenti. La partita, in ogni caso, non è ancora affatto finita”.


La decisione del Comune: area dimezzata
Verdi ed èViva: "Ridiscutere ciò che è rimasto"
Cgil e Uil: "Non sono più posti di lavoro"
 

Zattini e Corzani ricordano inoltre che “sta per giungere ad una decisiva fase, seppur non definitiva, una lunga vicenda che ci ha visto in contrasto con le varie amministrazioni bertinoresi da oltre un decennio. Anni di contrasti che si sono misurati con ipotesi mai condivise, da parte nostra, di favorire l’ampliamento di medie strutture esistenti, lungo la via Emilia e la possibilità di insediare una grande area commerciale di 24.000 mq di superficie in area Panighina, in prossimità di Santa Maria Nuova. Tutte previsioni immaginate dalle Amministrazioni bertinoresi in contrasto con la programmazione provinciale, esplicitata nel PTCP, e che, pur tuttavia, non fecero desistere di eletti del Colle fino al punto di cercare nel 2014 di superare questo ostacolo tentando la strada, fallita, dell’Accordo di Programma. Una strategia pervicace, volta a favorire l’insediamento di medie superfici, che ha mantenuto radici profonde, tenuto conto che è giunta ai giorni nostri, seppur in forme via via mutate, quanto meno nell’impianto istruttorio ed ora di programmazione”.

“L’ultima versione con la quale ci sia misurati, come Associazioni del Commercio e che ci siamo impegnate a contrastare è quella caratterizzata dalla previsione di un’area commerciale di 14.500 mq, nella solita porzione di territorio in prossimità di Santa Maria Nuova, composta dai contenuti delle schede di POC PAN 8 e PAN 9 e che prevede altresì una serie di possibili ampliamenti di strutture esistenti, frontestanti la via Emilia, con accesso diretto sulla stessa, che passerebbero in alcuni casi da 800 mq a 1.500 mq fino a 2.500 mq. di superficie di vendita. Nel merito di questi contenuti, fin dal Gennaio 2018 abbiamo messo per iscritto le nostre osservazioni, dure e inequivocabili, inviandole via PEC a tutti gli Amministratori bertinoresi, quindi al Sindaco, ai membri di Giunta ed ai Consiglieri comunali”, sempre la nota.

“Da allora, sistematicamente si è verificato con l’Amministrazione, il procedere del percorso di approvazione del POC, entrato in un lunghissimo periodo di stallo, fino all’improvvisa accelerazione di queste ultime settimane, con la preannunciata volontà manifestata dagli amministratori di portare nel prossimo Consiglio il testo del POC per l’approvazione finale. Nel corso di quest’ultimissimo periodo, si sono succeduti, da noi sollecitati e poi via via concordati, diversi incontri e contatti, soprattutto con il Sindaco Fratto ed il vicesindaco Capuano e la dirigente del settore urbanistica. Incontri duri, non facili, poiché si sono confrontate volontà opposte,  La nostra volta ad impedire insediamenti ed ampliamenti di medie strutture con impianti normativi del tutto contestabili e quella dell’amministrazione orientata a portare avanti lo schema di POC già adottato. In diversi momenti si è arrivati al limite della rottura totale, anche per le pressioni evidenti derivate dalla improvvida decisione di arrivare a questo delicato passaggio, in corrispondenza della fine del mandato”.

E concludono: “Pur tuttavia abbiamo continuato un confronto che, alla data odierna, ci porta la novità di un passaggio in Commissione consigliare di una proposta di POC da approvare, con contenuti fortemente ridimensionati per quanto riguarda l’area commerciale di Santa Maria Nuova, portandola a dimensioni proprie dell’autonomia decisionale del Comune di Bertinoro, mentre ci si dice che per quanto riguarda gli ampliamenti delle medie superfici esistenti, fronti stanti la via Emilia, sarebbero state accolte le nostre Osservazioni, relative ai requisiti di accessibilità, sostanzialmente coincidenti con quelle della Provincia”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area dimezzata, i commercianti: "La contrastiamo da oltre dieci anni. Non è stato inutile"

ForlìToday è in caricamento