Cronaca Forlimpopoli

Arianna, 'matura' col massimo dei voti all'Artusi: "Prof d'esempio. Ora punto al corso di laurea in Dietistica"

"Personalmente mi sono appassionata nell’ambito del servizio riguardante il bar", racconta

C'è anche il nome di Arianna De Pascale tra i "maturi" dell'anno scolastico 2020-2021 che hanno conseguito il diploma col massimo dei voti. Arianna ha frequentato l'istituto alberghiero "Artusi" di Forlimpopoli, indirizzo "Servizi di sala e vendita". "Sono una ragazza solare, disponibile e aperta con tutti - racconta di sè -. Particolari passioni non ne ho, dovuto anche all’ultimo periodo passato, però ultimamente ho sviluppato un’interesse per le serie tv e le lunghe camminate per le colline castrocaresi". 

Arianna, si aspettava di completare il suo percorso di studi col massimo dei voti?
Assolutamente no. Ovviamente ci speravo in quanto per tutto l’anno ho cercato di impegnarmi e di dare il massimo, ma non avrei mai pensato di riuscirci.

Cinque anni fa ha scelto l'Artusi. C'è un motivo particolare?
Un motivo particolare non direi, ma fin dal giorno dell’’open day sono rimasta affascinata da questa scuola e dalle opportunità che poteva offrirmi in futuro, perché oltre che a darmi un’ottima cultura di base mi dava anche delle competenze per affacciarmi al mondo del lavoro fin da subito.

Si è specializzata in "Servizi di sala e vendita". In cosa consiste questo indirizzo?
“Servizi di sala e vendita” consiste principalmente nel servizio in sala nei ristoranti ma anche servizio di bar caffetteria. Personalmente mi sono appassionata nell’ambito del servizio riguardante il bar.

Cosa ha appreso in particolare?
In primis ho appreso la capacità di riuscire ad interagire con il pubblico cercando di creare un’esperienza positiva per il cliente che viene nel locale anche attraverso delle chiare competenze acquisite in questi anni di studio.

Al momento dell'esame di stato cosa ha provato?
Il giorno del mio esame di stato c’era in me una naturale agitazione ed emozione che è svanita nel momento in cui mi sono seduta di fronte alla commissione. Di base c’era comunque un sentimento di tristezza frutto della consapevolezza che stava terminando il mio ciclo di studi e con esso un mio periodo della mia vita.

Cosa rimpiangerà di questi cinque anni?
Di sicuro rimpiangerò il rapporto con i miei compagni di classe e con i professori che si sono dimostrati essere sempre presenti, autorevoli e d'esempio. Inoltre mi mancheranno anche tutti gli eventi a cui partecipavo organizzati dalla scuola. 

Gli ultimi due anni, per effetto del covid, sono stati difficili....
Si, questi due anni sono stati molto difficili. Inizialmente l’avevo vissuto come una “fortuna”, ma in realtà poco dopo ha incominciato a mancarmi il contatto fisico e il confronto diretto con compagni e professori.

E adesso cosa farà?
Ora come ora cerco di godermi a pieno l’estate. Ad agosto ritornerò sui libri a studiare per il test d’ingresso al corso di laurea in Dietistica a Bologna. In questi ultimi anni ho nfatti maturato la volontà di proseguire gli studi in una materia che ho affrontato nel mio percorso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arianna, 'matura' col massimo dei voti all'Artusi: "Prof d'esempio. Ora punto al corso di laurea in Dietistica"

ForlìToday è in caricamento