Modigliana, chiuso un canale dello spaccio: un arresto, due denunce e 400 grammi di "maria" sequestrati

Nella rete degli uomini dell'Arma è finito nella nottata tra venerdì e sabato un venticinquenne faentino

Chiuso dai Carabinieri di Modigliana un altro canale dello spaccio di stupefacenti. Nella rete degli uomini dell'Arma è finito nella nottata tra venerdì e sabato un venticinquenne faentino. Su disposizione del sostituto procuratore Federica Messina, i militari hanno rintracciato il giovane sospetto. La perquisizione in un capannone nel faentino, in uso al 25enne, ha permesso di rinvenire un borsone di colore nero con all’interno grammi 400 di marjuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Sabato l'indagato è comparso davanti al giudice del tribunale di Ravenna, il quale ha convalidato l'arresto, applicando la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Nel corso della stessa attività, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà due giovani modiglianesi. Dall’attività investigativa è emerso che gli stessi, da circa due anni, rifornivano di stupefacenti dei giovani di Modigliana.

Potrebbe interessarti

  • Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

  • Parcheggi gratuiti per future mamme e neogenitori: ecco tutte le informazioni per ottenere il pass

I più letti della settimana

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

  • Trovata senza vita in casa, aveva dei lividi. Gli accertamenti escludono la morte violenta

  • Rientro dalle ferie amaro: gli rubano l'armadietto blindato con le armi e viene anche denunciato

  • Taccheggiatrici seriali all'iper, la mamma poteva contare sull'aiuto della figlioletta: stanate dalla Polizia

  • Schianto alla rotonda della tangenziale di Bussecchio: due giovani feriti

Torna su
ForlìToday è in caricamento