Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

Gli agenti intervenuti sono stati refertati con tre giorni di prognosi per traumi, contusioni ed escoriazioni.

Lo hanno certificato le analisi effettuate al pronto soccorso. Era sotto l'effetto di cocaina il cervese di 48 anni incensurato, almeno fino a domenica scorsa, arrestato a Vecchiazzano dagli agenti della Volante della Questura di Corso Garibaldi per "rapina aggravata e continuata", "lesioni a pubblico ufficiale" e "possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti". Erano circa le 16.30 quando i dipendenti dell'hotel di via Del Partigiano hanno segnalato la presenza di un uomo di mezza età che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta, e che si è allontanato non appena vistosi scoperto, dandosi alla fuga scavalcando una recinzione della struttura ricettiva. I poliziotti, giunti sul posto, hanno visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza, notando come l'individuo fosse scalzo.

Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale hanno iniziato un servizio di pattugliamento, intercettandolo nel cortile di un'abitazione in via Castel Latino. Quasi contemporaneamente è giunta una residente ha segnalato al numero d'emergenza unico 112 di aver subìto un tentativo di furto. Gli agenti hanno intuito come potesse essere il soggetto ricercato. L'uomo, in particolare, si era infiltrato nell'abitacolo della vettura parcheggiata nell'area privata, mettendolo a soqquadro ed asportando un paio di scarpe. Bloccarlo è stato non semplice. L'individuo ha infatti dato in escandescenza, con i poliziotti che hanno richiesto l'intervento in supporto dei colleghi della Polizia Locale, dei Carabinieri e del 118.

Non è stato sufficiente spruzzare lo spray al peperoncino in dotazione per calmarlo, ma si è reso necessario sedarlo. Perquisito è stato trovato con quattro ovuli per un totale di 2,55 grammi, 140 euro in banconote di vario taglio e due cacciaviti. Le scarpe rubate, un paio di Nike, sono state sequestrate. Dagli accertamenti è emerso che l'uomo era arrivato a Forlì a bordo di un Fiorino e che avesse anche tentato un furto anche in un'altra abitazione in via Castel Latino, ma che era stato allontanato dalla proprietaria. Portato all'ospedale, i poliziotti sono riusciti ad identificarlo, e, dopo le cure del caso, arrestato e condotto in carcere. Dalle analisi è risultato come il 48enne si trovasse sotto l'effetto di cocaina. E questo spiegherebbe il suo stato d'agitazione. Gli agenti intervenuti sono stati refertati con tre giorni di prognosi per traumi, contusioni ed escoriazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Minacce di morte dentro un supermercato: serata 'agitata' in viale Vittorio Veneto

Torna su
ForlìToday è in caricamento