Venerdì, 19 Luglio 2024
Controlli della Polizia

Incrocia un conoscente e lo aggredisce con calci e pugni al capo: dagli arresti domiciliari torna in cella

La Polizia di Stato ha infatti eseguito l'ordinanza di revoca della misura alternativa della detenzione domiciliare che gli era stata concessa e dovrà scontare il residuo di pena di circa un anno dietro le sbarre

Le porte del carcere si erano aperte per la prima volta nel 2021, quando venne arrestato con le accuse di "detenzione di stupefacenti" e "violenza e minaccia a pubblico ufficiale". Poi, dopo un un breve periodo, aveva potuto beneficiare della detenzione domiciliare. Per l'individuo, 35enne italiano, nei giorni scorsi si sono riaperte le porte del carcere. La Polizia di Stato ha infatti eseguito l'ordinanza di revoca della misura alternativa della detenzione domiciliare che gli era stata concessa e dovrà scontare il residuo di pena di circa un anno dietro le sbarre.

I controlli delle forze dell'ordine, per la verifica del rispetto del beneficio che gli era stato concesso, avevano nel tempo riscontrato varie violazioni. In particolare erano stati riscontrati abusi dei permessi che gli erano stati accordati per attendere al lavoro, alle proprie esigenze di vita o per accudire al proprio cane. Le numerose violazioni accertate (in un’occasione era stato anche trovato anche mentre consumava alcolici in un bar) gli erano valse diffide da parte della magistratura di sorveglianza.

Recentemente, a seguito di un intervento della Volante, la Questura lo aveva poi segnalato come responsabile di un episodio particolarmente violento: durante un permesso, trovandosi fuori dal luogo di detenzione, aveva incontrato un conoscente, aggredendolo con calci e pugni anche al capo, tanto da causargli ferite e contusioni. Per quest’ultimo episodio è stato ancora una volta segnalato alla magistratura di sorveglianza, che di fronte al suo ennesimo comportamento violento e alle numerose precedenti violazioni gli ha revocato il beneficio, facendogli riaprire le porte del carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incrocia un conoscente e lo aggredisce con calci e pugni al capo: dagli arresti domiciliari torna in cella
ForlìToday è in caricamento