rotate-mobile
Venerdì, 29 Settembre 2023
Violenza

Picchiata e controllata via social, incubo finito per una giovane: l'ex arrestato dopo un tentativo di strangolamento

Le indagini, coordinate dalla Procura di Forlì, sono partite dopo la denuncia della vittima agli inizi di giugno

"Maltrattamenti" e "violenza sessuali" ai danni dell'ex convivente. Sono le accuse che hanno portato in carcere un uomo, arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Forlì in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare. Le indagini, coordinate dalla Procura di Forlì, sono partite dopo la denuncia della vittima agli inizi di giugno. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la vittima aveva subìto l'ennesima aggressione, con tanto di tentativo di strangolamento. E’ stata costretta a ricorrere alle cure dell’ospedale, dove le sono state riscontrate policontusioni e fratture delle coste.

La giovane, spinta anche da amicizie e dai colleghi di lavoro, ha deciso di denunciare l’ex partner. E’ stato subito avviato il Codice Rosso e la donna è stata inserita in un percorso di accoglienza e monitoraggio da parte dei servizi sociali e centri antiviolenza. Dalla denuncia e dalla successiva indagini svolte, sarebbe emerso un sistema di vessazioni e aggressioni diffuso subito dalla vittima, tra cui pestaggi, offese, minacce che hanno determinato una vera e propria spirale violenta dagli esiti potenzialmente letali. Oltre alle recenti fratture, secondo quanto ricostruito dagli investigatori l'ex avrebbe sottoposto la vittima ad un rigido e maniacale controllo, effettuato anche via social ed email per verificare spostamenti e luoghi frequentati.

Peraltro gli investigatori, scavando nel passato dell’uomo, hanno scoperto che ha avuto altri problemi con la giustizia per fatti analoghi. Il Giudice per le indagini preliminari, accogliendo le richieste dalla Procura e condividendo l’impostazione della Polizia, ha evidenziato che “sussiste concreto ed attuale pericolo che l’indagato, se libero, possa commettere reati della stessa specie per quello per cui si procede…. “; in effetti anche i precedenti dell’uomo e quanto ricostruito dalla Polizia, evidenziano “una personalità violenta e impermeabile alle regole di convivenza civile”. L’uomo è stato rintracciato sul luogo di lavoro ed è stato condotto in carcere con l’accusa di "maltrattamenti" e "violenza sessuale"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e controllata via social, incubo finito per una giovane: l'ex arrestato dopo un tentativo di strangolamento

ForlìToday è in caricamento