Ricasca nel tunnel della droga mentre è in comunità: arrestato

E così un 36enne campano, di origini forlivesi, è stato associato alla Casa di Lavoro di Vasto

Aveva scelto un percorso di disintossicazione da seguire in una comunità terapeutica del ravennate, dove sarebbe dovuto restare fino ad maggio. Ma ha ha violato uno degli obblighi che doveva rispettare, quello di non consumare sostanze stupefacenti. E così un 36enne campano, di origini forlivesi, è stato associato alla Casa di Lavoro di Vasto. Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti della Squadra Mobile di Ravenna su ordine dell’Ufficio di Sorveglianza di Bologna. L'accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e evasione. Il 36enne era sottoposto alla libertà vigilata ed aveva scelto di seguire un percorso di disintossicazione in una comunità di Ravenna, dove sarebbe dovuto restare sino alla fine di maggio rispettando gli obblighi impostigli. Giovedì la decisione dell’Ufficio di Sorveglianza di Bologna, che ha revocato la libertà vigilata per sostituirla con la reclusione di un anno che dovrà scontare alla Casa di Lavoro di Vasto.
    


 

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Niente aria condizionata in casa? Ecco 5 consigli per non sentirne troppo la mancanza

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Tragedia a Mirabilandia, muore annegato un bimbo di 4 anni: abitava nel forlivese

  • Liceo Scientifico, una vacanza oltre l'8 per 370 studenti: l'elenco dei bravissimi

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Tempo di pagelle per gli studenti del "Liceo Classico": oltre 300 i bravissimi con la media superiore all'8

  • Incidente nel pomeriggio sul tratto forlivese dell'A14: lunghi incolonnamenti

Torna su
ForlìToday è in caricamento