menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrivano i primi diplomati all'Istituto tecnico Superiore di Rimini

La prima sessione di esami è stata presieduta da un’apposita commissione nominata dal Ministero dell’Istruzione. In questi giorni i candidati del primo biennio avviato nel 2011 hanno brillantemente superato l’esame di stato finale

 Con il diploma ottenuto dai primi 16 allievi che si sono iscritti due anni fa al “Corso di Tecnico Superiore per la valorizzazione delle risorse culturali, produzioni tipiche e filiera turistica” si conclude positivamente la fase pionieristica nel territorio di Rimini dell’ITS, l’Istituto Tecnico Superiore della durata di due anni, rivolto agli studenti che dopo la scuola superiore non intendono intraprendere l’università ma mirano comunque ad una formazione specialistica e ad un titolo di studio superiore a quello della maturità.
 
La prima sessione di esami è stata presieduta da un’apposita commissione nominata dal Ministero dell’Istruzione. In questi giorni i candidati del primo biennio avviato nel 2011 hanno brillantemente superato l’esame di stato finale, con un esito più che lusinghiero anche secondo il giudizio della stessa commissione che ha gestito le tre prove. La media ottenuta dagli studenti, infatti, è stata di 88,37 punti su 100, indicativa della solidità di questa nuova offerta formativa.
 
Questi 16 neo-diplomati sono tra i primi che escono in Emilia-Romagna dal nuovo modello formativo degli ITS, che si contraddistingue per lo stretto rapporto fra impresa e territorio. Promosso dalla Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (FITSTIC) di Forlì-Cesena, il corso si articola su 1800 ore di attività didattica e forma esperti della filiera turistica con un approccio multidisciplinare.
 
“C’è da essere soddisfatti per il risultato ottenuto con il lavoro pionieristico di questi due anni - commenta Denis Merloni, presidente della Fondazione FITSTIC. Con questo profilo formativo, unico in regione, abbiamo corrisposto alle esigenze del territorio in un campo strategico e di grandi prospettive come quello del turismo e soprattutto gli allievi avranno buone possibilità di impiego alla luce delle competenze acquisite durante il percorso di studi e di attività formative”.

Il punto di forza di questo percorso, consiste infatti nella diretta compartecipazione delle imprese alle attività didattiche, che si esprime con docenti provenienti per il 50% dal mondo del lavoro e con il 30% di ore di stage in azienda, in un feedback costante che garantisce un profilo adeguato al fabbisogno occupazionale del territorio. Le lezioni frontali si tengono presso l’Istituto Tecnico per  il Turismo “Marco Polo” di Rimini.

Conclude Merloni: “Mi sento di rivolgere un invito ai neo-diplomati a intraprendere questa straordinaria esperienza formativa iscrivendosi al nuovo corso oppure ad uno degli altri percorsi organizzati dagli Istituti Tecnici Superiori presenti in Emilia-Romagna. L'assessore regionale all’Istruzione Patrizio Bianchi ha creduto fin dall'inizio a questo innovativo percorso e lo ha inserito come uno dei punti di forza della “Rete Politecnica” che rappresenta l'asse portante del nostro sistema dell'istruzione  e formazione a sostegno dello sforzo competitivo delle imprese”. Sono già aperte le iscrizioni al biennio 2013-2015 per l’avvio di un nuovo corso che accoglierà 25 giovani e adulti in possesso di un diploma di scuola superiore.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento