Martedì, 16 Luglio 2024
Asaps

Asaps, eletto il nuovo Consiglio direttivo: Giordano Biserni confermato alla presidenza

L’Asaps anche per il prossimo mandato di 4 anni del presidente Biserni,  rimarrà un punto di riferimento e una vera e puntuale agenzia dell’informazione della sicurezza stradale in Italia

L’Assemblea generale ordinaria dell’Asaps ha eletto gli 11 componenti  il nuovo Consiglio Direttivo dell’associazione per i prossimi 4 anni. Confermati poi dal Consiglio direttivo il presidente Giordano Biserni e il vice presidente Francesco Corvino con voto unanime. Lo stesso Consiglio direttivo ha poi nominato i 77 componenti del Comitato Nazionale dei referenti ed esperti previsto dal nuovo statuto dell’associazione. Statuto aggiornato secondo le disposizioni del Codice del Terzo Settore che ha introdotto il riordino e la revisione delle organizzazioni no profit e che trasforma giuridicamente l'Asaps in un'Associazione di promozione sociale (Aps). Fra gli esperti anche 14 nuovi componenti, soci provenienti dalla società civile come l’ing Stefano Guarnieri vice presidente della associazione Lorenzo Guarnieri, la professoressa Gioia Bucarelli docente, operatori del 118, del mondo della mobilità e altri soci referenti della Polizia Stradale della Polizia Locale. Tra i componenti del consiglio direttivo anche Giuseppe Moriconi, Antonio Vernia, Roberto Rocchi, Lorenzo Borselli, Luigi Almatura, Franco Medri, Roy Pietrucci, Gianluca Fazzolari e Valdimiro Bernardini. 

Giordano Biserni

Giordano Biserni 71 anni, originario di Premilcuore, già Ispettore Sup. della Polizia Stradale, laurea in Giurisprudenza all’Università di Bologna, Cavaliere della Repubblica dal 2009, giornalista pubblicista,  è  presidente dell’Asaps fin dalla fondazione nel 1991, sempre riconfermato nella carica. Biserni con i 16 soci fondatori delll’Asaps, sin dagli anni ’90, si è battuto senza risparmio di energie contro le stragi del sabato sera che in quegli anni strappavano alla vita tantissimi giovani anche in Romagna. Determinante  la battaglia per la riduzione degli orari “infiniti” delle discoteche e quella per la riduzione degli orari di somministrazione degli alcolici nei locali della notte. 

Particolare e forse dimenticata la decisa richiesta di numerazione di cavalcavia all’epoca dei drammatici lanci dei sassi, eravamo nel 1997 e la chiusura dei varchi autostradali che causavano micidiali salti di carreggiata. Poi è venuta la richiesta della Patente a punti e l’utilissima dotazione degli etilometri alle forze di polizia per il contrasto all’alcol alla guida. Biserni si è speso con forte determinazione ed è stato protagonista della raccolta delle firme al fianco dell’associazione Lorenzo Guarnieri di Firenze,  per la legge sull’Omicidio stradale dal 2011 al 2016 anno di approvazione della norma. L’Asaps si è poi impegnata per il contrasto all’uso del cellulare alla guida chiedendo la sospensione della patente fin dalla prima violazione. L’associazione è stata ed è anche forte promotrice di un sistema di riordino per la circolazione dei monopattini, cosa che sta avvenendo con la imminente riforma del Codice della Strada.

Determinante la richiesta, poi trasformata in legge, dei sistemi di allarme antiabbandono per i seggiolini dei bambini in auto e la riduzione dell’Iva dal 22 al 5 % per i costi dei seggiolini stessi. L’associazione, che ha la sua sede nazionale in Forlì, ha anche creato oltre 20 Osservatori sulla sinistrosità stradale come quelli della pirateria stradale, dei contromano, degli incidenti ai bambini, con i dati aggiornati costantemente degli incidenti del fine settimana e quelli dei motociclisti. Importante poi la recente attivazione della puntuale geolocalizzazione degli incedenti mortali dei pedoni e dei ciclisti.

Gli archivi  degli Osservatori Asaps della sinistrosità stradale sono un costante punto di riferimento per le agenzie di stampa i quotidiani e i portali web degli organi di informazione. Biserni è intervistato spesso dai canali radiofonici e televisivi e dalla carta stampata. L’Asaps gioca poi un ruolo significativo nelle proposte di modifica del Codice della strada e della normativa sulla circolazione stradale in genere. Numerose le audizioni parlamentari del presidente presso la Commissione trasporti della Camera. Due nel 2022 e già due anche nel 2023. L’Asaps anche per il prossimo mandato di 4 anni del presidente Biserni, rimarrà un punto di riferimento e una vera e puntuale agenzia dell’informazione della sicurezza stradale in Italia.
 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asaps, eletto il nuovo Consiglio direttivo: Giordano Biserni confermato alla presidenza
ForlìToday è in caricamento