Martedì, 16 Luglio 2024
Automobilismo

"Aspettando la Mille Miglia", bagno di folla in Piazza. Un Mercoledì all'insegna della "massima tranquillità"

Sei pattuglie sono state impiegate per la tutela dei partecipanti alla kermesse

"Aspettando la Mille Miglia". In concomitanza con i mercoledì forlivesi, è stato possibile ammirare oltre cento auto e moto storiche che i più autorevoli collezionisti hanno messo a disposizione mezzi storici mantenuti come nuovi nel pieno del loro originale splendore. Non sono passati inosservati i bilici della scuderia "Piloti Forlivese" e del team di Vincenzo Sospiri con le sue Lamborghini da competizione. E poi una sfilata di Abarth e tanti altri modelli di collezionisti e concessionarie d'auto della zona. "Grazie alla collaborazione messa in campo tra questa amministrazione, collezionisti e associazioni sportive dedite a questa disciplina - dichiara il vicesindaco del Comune di Forlì Daniele Mezzacapo - è stato possibile organizzare un evento così importante che ha anticipato l’arrivo delle Mille Miglia nella nostra città. La serata in centro ha avuto una cornice prestigiosa in quanto si sono potute ammirare auto storiche come Lamborghini, Ferrari e tante altre non meno note e importanti".

VIDEO - Rombi di passione con "Aspettqando la Mille Miglia"

La manifestazione è stata organizzata dall'Ufficio Sport del Comune di Forlì in collaborazione con la Polizia Locale. E Mezzacapo ha voluto ringraziare la Polizia Locale "per l’attività di sorveglianza svolta nell’ambito dei “Mercoledì in Centro” e proseguita col passaggio della Mille Miglia giovedì mattina. Ben sei pattuglie sono state impiegate per la tutela dei partecipanti alla kermesse. Se il tutto è stato vissuto serenamente dalla cittadinanza, nella massima tranquillità e nel rispetto regole e delle leggi lo dobbiamo all’opera discreta e silenziosa di questi agenti a cui va il nostro sentito plauso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aspettando la Mille Miglia", bagno di folla in Piazza. Un Mercoledì all'insegna della "massima tranquillità"
ForlìToday è in caricamento