menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'assessore regionale Freda: "Inceneritore? Approccio vecchio"

Gli inceneritori sono un "approccio vecchio" per affrontare il problema dei rifiuti, ma per l'enorme produzione di scarti non se ne può fare a meno. E' l'opinione dell'assessore regionale all'Ambiente Sabrina Freda, a Forlì.

Gli inceneritori sono un “approccio vecchio” per affrontare il problema dei rifiuti, ma per l'enorme produzione di scarti che abbiamo in Emilia-Romagna, come in tutta l'Italia, non se ne può fare a meno. E' l'opinione dell'assessore regionale all'Ambiente Sabrina Freda. L'assessore Freda era a Forlì mercoledì mattina per presentare le azioni territoriali del Piano di azione ambientale. Il piano prevede corposi finanziamenti per il passaggio alla raccolta dei rifiuti 'porta a porta'.

Al Comune di Forlì, in particolare, arriveranno 236.000 euro per la “conversione” alla raccolta domiciliare della 'zona 2', altri 236.000 euro arriveranno in primavera per la “zona 3”, mentre a Cesena giungeranno 250mila euro sempre per il “porta a porta” nei quartieri in cui viene introdotto. L'alto livello di raccolta differenziata, non togliere “carburante” al termovalorizzatore di Hera?

Freda, da parte sua, ricorda che “nella gerarchia dell'Unione Europea viene prima la prevenzione, vale a dire le non produzione del rifiuto, quindi il riuso. All'ultimo posto c'è la discarica”. L'assessore regionale argomenta che l' “obiettivo è la discarica zero”, puntando anche sul penultimo  livello, vale a dire la termovalorizzazione, che però considera “un approccio già vecchio”, ma utile per traghettarci ad un cambiamento più radicale, considerato che “questi impianti hanno una vita media di circa trent'anni”. Hera, per compensare la quota di rifiuti conferiti nell'inceneritore (sottratti dall'alta raccolta differenziata) ha già fatto richiesta di aumentare la capacità autorizzata dell'impianto di via Grigioni, bruciando biomasse. Non si scompone Freda: “Le biomasse sono comunque una produzione di energia da fonti rinnovabili, che sostituiscono fonti fossili”. Insomma, meglio le biomasse del petrolio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento