Attacco del Forlì Calcio al Comune, la replica in Consiglio: "Accuse ingiustificate, abbiamo fatto tutto"

Replica Mezzacapo: “Capiamo lo stato d'animo del presidente del Forlì Calcio e tutte le altre società sportive colpite dal Covid,  siamo sempre disponibili a confrontarci con la società"

“Le accuse che muove il presidente del Forlì Calcio Cappelli sono ingiustificate, e non ci sono state 'promesse elettorali' specifiche, non sappiamo a cosa faccia riferimento”: è la risposta che arriva in consiglio comunale da parte del vicesindaco con delega allo Sport Daniele Mezzacapo all'attacco del presidente del Forlì Gianfranco Cappelli che nell'ultima conferenza stampa si è lamentato del Comune dicendo di essere “deluso, l'assessore allo sport, che non ritengo all'altezza del lavoro che gli compete”.

Ed ancora: “Noi come società non abbiamo problemi a portare avanti il progetto calcio mettendo sempre le mani nel portafoglio ma qui le parole dell'amministrazione nei nostri confronti sono state disattese in pieno. Per i sacrifici che facciamo, chiediamo più rispetto perché il discorso non riguarda solo la prima squadra ma tutto un movimento che ogni giorno accoglie 450 bambini e che andrebbe sostenuto a dovere come una ricchezza per la città". Sfogo che poi è finito in due question time in consiglio comunale di lunedì pomeriggio, uno firmato da Massimo Marchi (Italia Viva) e l'altro da Loretta Prati (Pd).

Replica Mezzacapo: “Capiamo lo stato d'animo del presidente del Forlì Calcio e tutte le altre società sportive colpite dal Covid,  siamo sempre disponibili a confrontarci con la società, e gli incontri si sono succeduti, dando tutta l'attenzione necessaria”. Mezzacapo risponde che “stavamo collaborando alla messa a punto di un torneo giovanile, che non si è potuto fare per l'emergenza Covid, per il resto siamo sempre intervenuti sui problemi manutentivi segnalati dalla società e i versamenti del Comune al gestore risultano sempre regolari, assicurando per la sua parte la liquidità alla società”. Ora, conclude “si stanno pensando a contributi straordinari alla società per far fronte alla sospensione delle attività sportive e per gli aggravi dovuti alle nuove norme per contenere il Covid, di questo se n'è già parlato nella consulta dello sport del 2 luglio scorso”.

Le reazioni

"Non mi ha soddisfatto per nulla la risposta del vice sindaco Mezzacapo - afferma Marchi -, non mi pare che l'amministrazione abbia recuperato relazioni in precedenza compromesse, anzi, parrebbe proprio il contrario. Inoltre lo stato di emergenza causato dal  Covid-19 non è una scusa per disattendere gli  impegni presi, come afferma il vice sindaco, ne tantomeno per rovinare le relazioni con una società sportiva come Forlì Calcio". Marchi ricorda anche all'amministrazione "l'importante ruolo educativo e sociale che svolge la società sportiva in funzione della gestione del vivaio giovanile che vede coinvolti 450 bambini (a partire dai 6 anni di età) e giovani forlivesi. Quest'anno allo Stadio Morgagni non è in programma nemmeno il Memorial Silver Sirotti (nostro concittadino insignito di Medaglia d'oro al valore civile alla memoria che perse la vita per salvare altre vite umane nella strage dell'Italucus) che sarebbe stato alla sua quarta edizione. Segno della scarsa attenzione dedicata al settore, che evidentemente interessava, come tanti altri, solo in campagna elettorale".

Ha risposto l'esponente dem: "In campagna elettorale è facile promettere, più difficile mantenere le promesse fatte,soprattutto quando questo significa,confronto,ascolto,rispetto e serietà. Essere presenti in maniera fattiva e costante e non solo fare foto da esibire sui social. Questo della Società Forli Calcio è un patrimonio che ha compiuto i 100 anni,custodito e fatto crescere da un gruppo di imprenditori, che ha investito ingenti risorse e ha come obiettivo la permanenza della società in mano ai forlivesi, alla nostra città. Una società che svolge un importante ruolo sociale,perchè  movimenta 450 bambini che, attraverso la disciplina sportiva,oltre alla attività fisica imparano anche il gioco di squadra,così importante nella vita adulta. La risposta del vicesindaco e assessore allo Sport Mezzacapo non è soddisfacente, e sicuramente qualcuno che siede nei banchi della maggioranza sa di aver fatto promesse elettorali, in occasioni in cui erano presenti diverse centinaia di persone appartenenti alla società, che hanno poi ritenuto di sostenere l'attuale aindaco.Ora gli unici fatti di cui si può parlare realisticamente sono quelli che derivano dalla amministrazione precedente. Auspico che vi sia un'inversione di tendenza da parte dell'Amministrazione,che inizi ad affiancare la società Forlì Calcio nella ricerca delle soluzioni più idonee,per poter portare avanti un pezzo di storia che dà lustro alla nostra Forlì".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento