Martedì, 23 Luglio 2024
Atti vandalici

Milan scudettato, i segni dell'euforia rossonera: danni al monumento di Piazzale della Vittoria

"La legittima soddisfazione di tifosi per lo scudetto conquistato e la volontà di esternare il sentimento per il titolo di campioni d’Italia, non possono autorizzare i danneggiamenti ai monumenti della città"

Marmo scheggiato. Bottiglie abbandonate. Tracce di fumogeni. Il giorno dopo i festeggiamenti per il 19esimo scudetto conquistato dal Milan, sono ben evidenti i segni lasciati dall'euforia rossonera sul monumento di Piazzale della Vittoria, centro dei caroselli di domenica sera dopo la vittoria della squadra di Stefano Pioli contro il Sassuolo che di fatto ha scucito ai cugini dell'Inter il tricolore conquistato nella stagione 2020-2021. "Da sportivo e tifoso volevo esprimere la personale profonda indignazione per le condizioni cui sono stati lasciate le aree verdi di recente piantumate, ma soprattutto i danni arrecati ai gradini del monumento con gli altorilievi del Boifava di Piazzale della Vittoria", sono le parole del vice coordinatore del Quartiere Resistenza, Raffaele Acri, che ha documentato fotograficamente le tracce dell'euforia.

Danni al monumento di Piazzale della Vittoria, foto del vice coordinatore del Quartiere Resistenza, Raffaele Acri

"La legittima soddisfazione di tifosi per lo scudetto conquistato e la volontà di esternare il sentimento per il titolo di campioni d’Italia, non possono autorizzare i danneggiamenti ai monumenti della città, in particolar modo quello di piazza della Vittoria che è dedicato ai Caduti della prima guerra mondiale, contornandolo di bottiglie abbandonate e bruciature di fumogeni - prosegue Acri -. Le foto mostrano i danni che sono stati arrecati ai gradoni in marmo del monumento che evidentemente sono stati provocati con degli strumenti adatti, laddove qualcuno abbia approfittato della folla assiepata per festeggiare, per dare libero sfogo alla volontà di vandalizzare un patrimonio della comunità".

"Non è accettabile che il sistema di sicurezza non possa essere posto in essere per consentire la sane espressioni del tifo calcistico, evitando che si trasformino in denneggiamenti ai nostri monumenti cittadini - conclude -. Nella speranza che l’intervento già previsto di restauro possa riparare anche il danno provocato, speriamo serva di lezione per il futuro allo scopo di addottare i corretti apparati di prevenzione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan scudettato, i segni dell'euforia rossonera: danni al monumento di Piazzale della Vittoria
ForlìToday è in caricamento