rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Sindacati

Ausl Romagna e maggiorazione dei buoni pasto, raccolte oltre 2500 firme. La Uilfpl: "Servono nuove regole"

"La fruizione del pasto è un diritto di tutto il personale dipendente", sottolineano i sindacalisti

Una delegazione della Uilfpl ha consegnato al direttore amministrativo dell'Ausl Romagna l’esito della petizione lanciata per chiedere nuove regole di fruizione e l’incremento del valore dei buoni pasto che in poco meno di due settimane ha raggiunto più di 2500 firme. "La fruizione del pasto è un diritto di tutto il personale dipendente - sottolineano i sindacalisti -. Spesso, per problemi riconducibili all'organizzazione del lavoro, i dipendenti dell'Ausl Romagna non riescono a fruire del buono sia presso i punti sostitutivi che presso le mense ospedaliere. Addirittura, a fronte del basso valore economico del buono, nei punti sostitutivi a fatica si riesce a comprare una bottiglia d'acqua e un panino. Tutto questo deve cambiare. Chiediamo che venga aumentato il valore economico dei buoni pasto e che questi possano essere cumulati per consentirne un uso più flessibile ed equilibrato da parte dei dipendenti. Come Uilfpl abbiamo ritenuto chiudere la petizione perché crediamo che 2500 firme siano già un messaggio chiaro da parte del personale dipendente che invitiamo l’Azienda a non sottovalutare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ausl Romagna e maggiorazione dei buoni pasto, raccolte oltre 2500 firme. La Uilfpl: "Servono nuove regole"

ForlìToday è in caricamento