menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Azione Cattolica e Movimento dei Focolari a sostegno delle vittime del terremoto dell'Albania

I contributi versati sui tre conti correnti con questa causale verranno gestiti congiuntamente da Azione Cattolica, Amu e Afn

Lo scorso 26 novembre un devastante terremoto ha colpito l’Albania, con epicentro tra le città Shijak e Durazzo. La stima delle vittime conta diverse decine di morti, centinaia di feriti e migliaia di persone che hanno perso casa e averi. Sin dalle prime ore della tragedia, la presidenza nazionale Ac si è subito messa in contatto con l’Azione Cattolica di Albania, con i responsabili associativi presenti nelle aree colpite dal sisma, raccogliendo il loro drammatico grido di dolore ma anche la testimonianza dei molti piccoli segni di speranza e solidarietà già attivati in questi primi giorni, e naturalmente dando la propria disponibilità e adesione ad ogni azione che possa portare aiuto e sostegno alle popolazioni.

"Per questo, nell’esprimere ancora una volta la propria vicinanza alle famiglie e alle comunità ecclesiali e civili di Albania ferite negli affetti e nelle cose, l’Azione Cattolica Italiana tutta vuole farsi promotrice di un gesto di concreta solidarietà cui tutti siamo chiamati - annuncia Edoardo Russo, presidente di Azione Cattolica Diocesi Forlì-Bertinoro -. Una campagna di raccolta fondi a sostegno delle vittime del terremoto di Albania che vede agire congiuntamente Ac e amici del Movimento dei Focolari, in una sinergia laicale che siamo certi darà come sempre frutti generosi. Siamo convinti che uno sforzo corale debba guardare non solo ai primi giorni dell’emergenza ma a un programma più strutturato di ricostruzione, aiuto e sostegno, dando concretamente la priorità alle persone e alle famiglie colpite e in questo senso si colloca l’impegno dell’Ac e del Movimento dei Focolari".

I contributi versati sui tre conti correnti con questa causale verranno gestiti congiuntamente da Azione Cattolica, Amu e Afn. Per tali donazioni sono previsti benefici fiscali in molti Paesi dell’Unione Europea e in altri Paesi del mondo, secondo le diverse normative locali. I contribuenti italiani potranno ottenere deduzioni e detrazioni dal reddito, secondo la normativa prevista per le Onlus, fino al 10% del reddito e con il limite di 70.000 euro annuali, ad esclusione delle donazioni effettuate in contanti.

I conti correnti per la donazione

Presidenza Nazionale Azione Cattolica Italiana
IBAN: IT90Y0501803200000016887333
Codice SWIFT/BIC: CCRTIT2T
Presso Banca Popolare Etica

Azione per un Mondo Unito ONLUS (AMU)
IBAN: IT58 S050 1803 2000 0001 1204 344
Codice SWIFT/BIC: CCRTIT2T
presso Banca Popolare Etica

Azione per Famiglie Nuove ONLUS (AFN)
IBAN: IT11G0306909606100000001060
Codice SWIFT/BIC: BCITITMM
presso Banca Intesa San Paolo

CAUSALE : Emergenza terremoto in Albania

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento