Lotta al degrado, s'intensificano i controlli. Vende alcol dopo le 21.30, multato di 2mila euro

"E' stato organizzato giovedì sera - illustra il vicesindaco Daniele Mezzacapo - un controllo in tutte le zone più a rischio della città, anche dopo le varie sollecitazioni pervenute dai residenti"

Agenti in borghese della Polizia Locale di Forlì impegnati in un servizio anti-degrado in centro storico. "E' stato organizzato giovedì sera - illustra il vicesindaco Daniele Mezzacapo - un controllo in tutte le zone più a rischio della città, anche dopo le varie sollecitazioni pervenute dai residenti. Gli agenti hanno passato al setaccio le aree dove si concentrano maggiormente balordi e ubriachi e dove il degrado fino a diversi mesi fa era imperante". 

Le squadre della Polizia locale hanno così verificato la situazione in piazza Saffi, in piazzetta della Misura, nel parcheggio di via Ribolle, nelle adiacenze del San Domenico, via Numai e in via Felice Orsini per far rispettare l'ordinanza comunale voluta fortemente dal vicesindaco. Cinque giovani sorpresi a bere alcolici in bottiglie di vetro sono stati identificati e multati. Non solo, ma cosa ancor più importante, è stato sanzionato per 2mila euro un negozio di vicinato in centro per aver venduto alcolici dopo le 21.30 violando proprio l'ordinanza che lo vieta.

"Forlì deve tornare ad essere una città civile, tranquilla e sicura e per fare questo serve attenzione e amore per la comunità - continua Mezzacapo -. Non tolleriamo che le persone si abituino a vivere nel degrado come era stato fatto fino ad ora, per questo intensificheremo i controlli che non saranno solo repressivi, ma anche per preventivi".

"Oltre all’installazione delle videocamere di sorveglianza e all'accensione di tutti i lampioni del centro, stiamo chiedendo alle nostre forze di intensificare i controlli nel centro della città, in cui alcuni gruppi di giovanissimi forlivesi si stanno trasformando in forme di baby gang. Abbiamo il dovere di agire subito per contrastare il loro insorgere", conclude. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento