A Santa Sofia un bando anticrisi a sostegno delle famiglie in difficoltà

Al fine di assicurare la massima tempestività nel riconoscere i contributi economici "anticrisi", ogni domanda verrà analizzata entro 60 giorni dall'arrivo

A Santa Sofia un bando anticrisi a sostegno delle famiglie in difficoltà. A partire dal 2012, l’amministrazione Comunale di Santa Sofia ha costituito un “Fondo di solidarietà”, costituito dalle indennità degli amministratori che hanno aderito al progetto e destinato al sostegno delle famiglie in difficoltà economica. “Un fondo pensato per affrontare l’emergenza nel territorio comunale,  un risultato possibile grazie alla condivisione di obiettivi con i sindacati Cgil, Cisl e Uil – dichiara l'assessore alle Politiche sociali Ilaria Marianini – con cui si vuole monitorare la ricaduta reale della crisi e sostenere le famiglie interessate dalla riduzione del proprio reddito dovuta alla crisi, attraverso la concessione di un contributo economico"-

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A questo proposito, il contributo può essere richiesto dai residenti nel Comune di Santa Sofia, che rispondono ai requisiti di cittadinanza meglio specificati nel bando e che per effetto di crisi aziendali o di mercato, a partire dal primo gennaio siano stati interessati da provvedimenti documentati di sospensione o riduzione orario di lavoro, cassa integrazione ordinaria, straordinaria, in deroga; siano disoccupati (a causa di crisi aziendale e licenziamento) in cerca d’occupazione regolarmente iscritti al centro per l’impiego o siano coinvolti in un contratto di solidarietà con riduzione dell’orario di lavoro almeno del 40 per cento per accordi aziendali.
 
Per ogni nucleo familiare potrà essere presentata una sola domanda di contributo. Tale è rivolto unicamente ai nuclei familiari non sostenuti dai Servizi Sociali o sostenuti in via occasionale per un massimo di due contributi erogati dal primo gennaio 2015, di importo non superiore complessivamente a 500 euro totali. Non sono considerati nuclei familiari seguiti dai Servizi Sociali quei nuclei che hanno beneficiato esclusivamente di prestazioni economiche derivanti da normative Regionali e/o Nazionali (contributo per Libri di Testo, Assegno Nucleo Familiare, Bonus energia e gas). Al fine di assicurare la massima tempestività nel riconoscere i contributi economici “anticrisi”, ogni domanda verrà analizzata entro 60 giorni dall'arrivo e, a seguito di istruttoria, verrà erogato il contributo a ciascuna persona che risulti in possesso dei requisiti richiesti fino ad esaurimento delle somme disponibili.
 
"Il contributo straordinario è un importante segnale che evidenzia l'attenzione dell'amministrazione alla tematica del lavoro, soprattutto in un periodo caratterizzato dal perdurare della crisi da cui anche il nostro territorio, purtroppo, risulta colpito – dichiara il consigliere Luca Boattini. Come amministratori siamo pienamente consapevoli della necessità di essere vicini ai lavoratori, non solo con questi piccoli anche se importanti gesti di sostegno, ma anche con il nostro impegno politico che deve continuare a caratterizzare l' orientamento della nostra amministrazione". Il bando completo e il modulo di domanda sono disponibili sui siti dell'Asp San Vincenzo de’ Paoli: https://www.asp-sanvincenzodepaoli.it e del Comune di Santa Sofia https://www.comune.santa-sofia.fc.it. Per ulteriori infornmazioni è possibile contattare l'ASP San Vincenzo de' Paoli al numero 0543/972600 o 972747.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

  • Balzo degli infetti nel Forlivese: +36 in 24 ore. In Rianimazione ci sono 11 positivi al virus

Torna su
ForlìToday è in caricamento