Nuovo look per le facciate degli edifici del centro: il Comune ci mette 200mila euro

L'area interessata è quella del centro storico e saranno privilegiate le vie della città che fanno parte del progetto di viabilità sostenibile

La Giunta del Comune di Forlì ha deliberato martedì un bando per accedere, a fondo perduto, a somme destinate alla riqualificazione delle facciate degli edifici del centro storico. Il totale è 200mila euro: somma che permetterà a chi ne presenterà la richiesta una contribuzione corrispondente al massimo al 50% dell’intervento (per un massimo di 20.000 euro erogati per edificio). L'area interessata è quella del centro storico e saranno privilegiate le vie della città che fanno parte del progetto di viabilità sostenibile e che stanno conoscendo proprio in questi giorni i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza.

Il contributo potrà essere erogato per tutti i fronti prospicienti su spazi pubblici o gallerie di uso pubblico, oltre che per tutti i fronti che costituiscono quinta urbana. Si privilegeranno i lavori su edifici affacciati su spazi pubblici o di valore storico. Sarà possibile richiedere il contributo del Comune a partire da gennaio/febbraio 2019, per diverse tipologie di lavoro: dalla manutenzione ordinaria alla straordinaria, risanamento e ristrutturazione edilizia. Qualora all’interno di un più ampio progetto di ristrutturazione vi fosse anche un lavoro sulla facciata – purché non sia ancora iniziato – sarà possibile scorporarlo dal progetto iniziale e presentarlo come indipendente al Comune. Le domande andranno inviate via PEC e dovranno assolutamente precedere l’inizio dei lavori.

"La documentazione richiesta sarà snella - spiega l’architetto Mara Rubino -: fotografie, assenso dei proprietari, dichiarazione di proprietà, dichiarazione che deve illustrare la tipologia dell’intervento". La specialità di questo contributo è che sarà cumulabile con altre tipologie di detrazione (ad esempio quella fiscale), da applicare naturalmente solamente sulla somma effettivamente spesa dagli attori privati coinvolti. Questo bando, i cui dettagli sono ancora in via di definizione, ha l’obiettivo di favorire il recupero della residenzialità e della funzione turistica del centro storico, favorendo l’iniziativa  dei privati per contrastare il degrado sociale. Si tratta solo dell’ultima assegnazione a fondo perduto, e va a sommarsi al fondo perduto per la sismica erogato l’anno scorso, al bando di rigenerazione urbana e agli sgravi fiscali per chi ristruttura in centro storico, oltre che all’agevolazione di 3 anni rivolta alle start-up che decidono di aprire un’attività artigianale in centro storico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • Arriva la neve di Santa Lucia, il parere dell'esperto: ecco ci attende nelle prossime 48 ore

Torna su
ForlìToday è in caricamento