Si cercano hotel per migranti in quarantena: "Devono essere vicini agli ospedali"

A pubblicare l'avviso è la Prefettura di Forlì-Cesena che cerca entro il 25 settembre una struttura idonea “all'isolamento sanitario o di quarantena con sorveglianza attiva nei riguardi delle persone soccorse in mare

Si cerca un hotel o una struttura da destinare all'ospitalità dei migranti in quarantena. A pubblicare l'avviso è la Prefettura di Forlì-Cesena che cerca entro il 25 settembre una struttura idonea “all'isolamento sanitario o di quarantena con sorveglianza attiva nei riguardi delle persone soccorse in mare ovvero giunte sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi, nonché dei migranti giunti nel territorio nazionale attraverso le frontiere terrestri”. La necessità è di 60 posti e la struttura prescelta, data l'urgenza, potrebbe essere in funzione già dal giorno dopo, fino al termine dell'emergenza Covid. 

In generale, l'oggetto dell'appalto è il servizio di ospitalità di 60 migranti presso idonee strutture alberghiere o altre strutture ricettive presenti sul territorio della provincia di Forlì- Cesena dal 26 settembre al 15 ottobre (data posta come scadenza dello stato di emergenza, ma che sarà poi probabilmente ulteriormente prorogata). La struttura ricettiva per ciascun ospite deve garantire una una stanza con bagno ad uso esclusivo, dimensioni delle stanze non inferiori a 14-15 mq, capienza di non meno di 20 stanze, preferibilmente 40 o più, ascensore di adeguate dimensioni e servizi al piano per garantire gestione, pulizie, disinfezione, cambio guardarobae percorsi sporco e pulito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Prefettura richiede inoltre che tali strutture siano vicine alle principali strutture ospedaliere (Ospedale Morgagni di Forlì e Bufalini di Cesena), prioritariamente nei due comuni capoluogo e  in subordine lungo l’asse della via Emilia oppure nei comuni di prima collina o sulla costa facilmente connessi ai comuni capoluogo. Le strutture dovranno consentire l'accoglienza in camere singole, avere servizi per la sorveglianza degli accessi come il portierato e l’alloggio deve essere ad uso esclusivo dell’utente in quarantena ed è fatto divieto assoluto di ricevere visite. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Giovani e coronavirus, Vicini: "La perdita di gusto e olfatto non va sottovalutata. Serve consapevolezza"

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Coronavirus, l'aggiornamento domenicale della Regione: due nuovi casi nel forlivese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento