menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dovadola si trasforma in un set per girare un film documentario su Benedetta Bianchi Porro

Dovadola si trasformerà in un set cinematografico per le riprese di un film documentario che verrà interamente girato in paese in occasione dei 50 anni dalla scomparsa di Benedetta Bianchi Porro, avvenuta nel gennaio del 1964

Dovadola si trasformerà in un set cinematografico per le riprese di un film documentario che verrà interamente girato in paese in occasione dei 50 anni dalla scomparsa di Benedetta Bianchi Porro, avvenuta nel gennaio del 1964. Il documentario, voluto dalla Consulta Diocesana per la Cultura, sarà uno documento utile per non dimenticare e per riaffermare il valore indiscusso della vita della venerabile dovadolese. Le riprese verranno effettuate nel corso del corrente mese di ottobre coinvolgendo più di quindici residenti tra personaggi e comparse.

Il documentario racconta di una giovane donna che a causa di un'avaria al motore dell'auto è costretta a fermarsi nel piccolo paese romagnolo; qui si imbatte in segnali e incontri che l'avvicinano all'esistenza e agli scritti di Benedetta. La giornata scorre,  la protagonista non risolve il problema con l'automobile ed è quindi costretta a fermarsi a Dovadola dove trova, attraverso le parole di Benedetta, una casa e una sorella.

Secondo le intenzioni del produttore esecutivo Luca D'Andrea e il regista Franco Palmieri, il film documentario vuole, nella sua semplicità narrativa, comunicare ai giovani la particolare eroicità di questa grande figura figlia della nostra terra. Giovedì, dalle ore 17 alle ore 21, al teatro Comunale di Dovadola (per informazioni 3493737026) si svolgeranno i provini per la selezione di alcuni personaggi che parteciperanno alle riprese.

"Confido nella disponibilità dei cittadini - dichiara il sindaco Gabriele Zelli - e li invito a partecipare e a collaborare a tutte le fasi che caratterizzeranno le riprese. Il cinquantesimo anniversario della scomparsa di Benedetta vedrà Dovadola al centro dell'attenzione nazionale e come Amministrazione comunale faremo di tutto per ben figurare. Non solo, siccome anche Terra del Sole festeggierà i 450 della fondazione attiveremo collaborazioni per cercare di portare in Romagna il maggior numero di turisti per far conoscere la nostra terra sotto tutti gli aspetti, dalla storia alla spiritualità, dal paesaggio all'enogastronomia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento