menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Benedetta povertà": su Youtube l'incontro con l'arcivescovo Erio Castellucci

Il dialogo con mons. Erio Castellucci è in programma mercoledì 17 marzo, alle 21, sul canale YouTube del Centro Pime. Scopo dello “streaming” con il teologo forlivese, è “riflettere sul tema delle povertà"

“Benedetta Povertà” è il tema del dialogo con mons. Erio Castellucci in programma mercoledì, alle 21, sul canale YouTube del Centro Pime. Il teologo forlivese, dal 3 giugno 2015 arcivescovo di Modena-Nonantola e dal 24 giugno 2019 anche amministratore apostolico della diocesi di Carpi, prenderà spunto per la sua riflessione dal libro “Benedetta povertà? Provocazioni su Chiesa e denaro”, dato alle stampe per le edizioni Emi nel 2020. La serata con mons. Castellucci è organizzata dal Pontificio Istituto Missioni Estere nell’ambito delle riflessioni quaresimali della comunità milanese, “costituita da preti e laici che dedicano la loro vita all'annuncio del Vangelo e alla promozione umana presso altri popoli e culture”. Scopo dello “streaming” con il presule forlivese, è “riflettere sul tema delle povertà alla luce delle ingiustizie e delle diseguaglianze che la pandemia ha ulteriormente aggravato. Come distinguere tra la povertà da scegliere in nome della sobrietà e quella da combattere per ottenere maggiore equità? Che cosa ci insegna a questo proposito il gesto quaresimale del digiuno? E come promuovere un’autentica fraternità?”.

Scrive don Erio nel suo libro: “Beati i poveri, dice Gesù. Ma la Bibbia chiede anche giustizia per gli ultimi e riscatto per gli oppressi. Dunque, la povertà è faccenda benedetta o maledetta? I poveri li avremo sempre con noi, afferma il vangelo: ma è un destino ineluttabile per alcuni non raggiungere un decente livello di vita?”. Il rapporto tra fede e denaro deve svilupparsi dentro una prospettiva evangelica, alla scuola di maestri come Francesco d’Assisi. “Ricordarsi dei poveri significa non attaccarsi ai beni materiali, alla «roba», individualmente e come comunità, ma aprirsi alla fraternità. In definitiva, vuol dire «andare incontro a quei poveri che ci salveranno, perché risveglieranno in noi le energie migliori». La conversione economica – conclude l’arcivescovo modenese - è una delle più faticose. Oggi la testimonianza dei cristiani si gioca in buona parte sul rapporto con i beni”.

Canale YouTube del Centro Pime: https://www.youtube.com/channel/UC-W16ccrzD5c7Cc_shpssmQ

Piero Ghetti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento