Bianca, centista con lode al classico: "Nel lockdown studiavamo insieme su Skype. Un'esperienza produttiva"

"Durante il lockdown - racconta Bianca - ho cercato di concentrarmi sugli aspetti positivi della situazione passando più tempo con mia sorella, che prima quasi non vedevo per via degli impegni diversi, e con cui ora vado molto piu d’accordo"

"Sono una ragazza molto determinata e ho l’abitudine di impegnarmi al massimo per realizzare gli obiettivi che mi pongo". Bianca Bettini ha terminato il suo percorso al Liceo Classico "Morgagni" col massimo dei voti, arricchito dalla lode. Bianca è una ragazza attenta a chi le sta vicino: "Cerco sempre di strappare un sorriso anche a chi ha passato una brutta giornata, e questo credo sia il tratto che più mi contraddistingue". Nel tempo libero suona pianoforte e pratica atletica a livello agonistico.

Cinque anni al Classico coronati dalla lode. Se lo aspettava?
Sinceramente, no. Certo, mi sono sempre impegnata molto e ho sempre studiato regolarmente, quindi mi aspettavo un bel voto, ma prima dell’esame non pensavo di raggiungere questo risultato. É stata una bella soddisfazione.

Che insegnamento le ha dato il "Morgagni", oltre a quello scolastico?
Sicuramente una grande apertura mentale e molto senso critico, che ritengo fondamentale.

Materie preferite?
In realtà non ne ho una preferita, sono incuriosita da diverse discipline. Ho sempre mostrato una predisposizione per le materie scientifiche, ma, soprattutto nel triennio, con lo studio della filosofia e della letteratura greca e latina, sono riuscita ad apprezzare molto anche le discipline umanistiche e ho sviluppato un grande interesse per la storia.

Oltre allo studio che passioni ha?
Oltre allo studio, suono il pianoforte e pratico atletica a livello agonistico, attività che negli ultimi anni é diventata una vera e propria passione. Ammetto che ciò che mi frenava di più prima dell’iscrizione al classico era proprio l’ipotesi di dover rinunciare a queste attività. In realtà ho sempre cercato di non tralasciare nulla e con un po’ di organizzazione sono riuscita a conciliare tutto con lo studio.

Distanti, ma uniti: come ha vissuto il lockdown?
Inizialmente é stata abbastanza dura, ma ho cercato di concentrarmi sugli aspetti positivi della situazione passando più tempo con mia sorella, che prima quasi non vedevo per via degli impegni diversi, e con cui ora vado molto piu d’accordo. Per quanto riguarda gli amici, non è stato facile passare dal vedersi ogni giorno a non vedersi per quasi tre mesi, e ci trovavamo spesso a chiacchierare in videochiamata. Per superare la monotonia di giornate che sembravano tutte uguali, abbiamo anche iniziato a studiare insieme su Skype, abitudine che oltretutto si è rivelata molto produttiva dal punto di vista scolastico.

Difficoltà con la didattica a distanza?
Non ho riscontrato particolari difficoltà nel seguire le lezioni, i professori si sono da subito organizzati e hanno proseguito il programma come se fossimo in classe, anche se all’inizio é stato strano fare lezione a distanza, soprattutto per le interrogazioni. Come aspetti negativi, oltre alla mancanza di tutto l’aspetto sociale che la scuola permette di creare, devo dire che passare così tante ore di fronte al computer mi causava molto spesso mal di testa e stanchezza, soprattutto durante le prime settimane.

Emozionata per l'ultima al Classico?
Avevo pensato molto a come sarebbe stato tornare a scuola, ma una volta arrivata l’ansia ha un po’ coperto tutte le altre emozioni, “rovinando” il momento. Quando sono entrata ricordo però che sotto la mascherina avevo un gran sorriso e l’ansia é svanita subito, i professori mi hanno messo da subito a mio agio per cui ero molto tranquilla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Progetti per il futuro?
A settembre provo il test di medicina, ma non ho le idee chiare su cosa farò dopo, quindi il futuro rimane un po’ un punto interrogativo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento